Pm10, le polveri sottili tornano alle stelle. Si attende un aiuto dal cielo

0
Bsnews whatsapp

L’aria malata di Brescia è punto a capo. E l’unica medicina è affidata al cielo. Le quattro centraline di Brescia e provincia che monitorano la concentrazione di polveri sottili nell’aria hanno raggiunto livelli preoccupanti. Ieri quella del Broletto ha fatto segnare 101 migrogrammi per metro cubo d’aria (il limite consentito è di 50), lo stesso a Sarezzo dove si sono toccati i 103, 93 al Villaggio Sereno e 63 a Rezzato. E valori di questo genere si sono registrati anche nei quattro giorni precedenti. La pioggia e il vento previsto per questi giorni sembra l’unica soluzione ai mali dell’aria bresciana, visto che le targhe alterne, applicate per ben 15 giorni, sono servite a poco o nulla. A peggiorare la situazioni, le previsioni meteo che, a parte questo week end, confermano un inizio di primavera all’insegna della siccità.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. … le targhe alterne, applicate per ben 15 giorni, sono servite a poco o nulla … Non abbiate paura a scriverlo: NON SONO SERVITE PROPRIO A NULLA!

  2. ma come è possibile che le istituzioni non facciano nulla? ma loro non hanno paura respirando un’aria tanto inquinata?quanti morti ci devono essere ancora per capire che bisdogna fare qualcosa di serio e concreto per migliorare l’aria, l’acqua e il suolo inquinati????

  3. è proprio il caso di dire "non ci resta che piangere"….ch issà che almeno le lacrime riescano a lavar via un pò di Pm10, alme3no dal viso…

  4. Le istituzioni non fanno nulla perchè gli interventi sarebbeto impopolari e dire pubblicamente che stiamo andando ambientalmente verso la catastrofe li metterebbe alla forca … anche perchè ci sarà sempre qualcuno pronto a dimostrare il contrario.

  5. Le targhe alterne non risolvono il problema servono solo a sensibilizzare le persone ad azioni impopolari che andranno fatte per ripristinare la situazione ambientale ad un livello sostenibile.
    .

  6. sì… magari il buon Dio ci da una soffiata e spazza via un po’ di polveri… siamo alle solite… ridicolo, assurdo, grottesco… gente, o qui si interviene drasticamente o una seria condanna si abbatterà su Brescia (e mi riferisco anche al grave problema ambientale)

  7. ma sono gli stessi catastrofisti ambientalisti pacifisti verdi i quali 20 anni fa ci assicurarono che con la marmitta catalittica e la benzina verde l’inquinamento sarebbe sparito ? eh si sono proprio loro…ora cosa si inventeranno , il riscaldamento globale del pianeta ?

  8. Nel lungo ed articolato discorso dell’assessore Paola Vilardi a seguito della revoca del provvedimento delle targhe alterne, mancano due aspetti fondamentali: l’analisi dei dati che hanno portato a questo clamoroso fallimento e le scuse a tutti i cittadini che hanno dovuto sopportare questo inutile disagio. Si prega di provvedere in merito. Grazie.

  9. La memoria è corta resta all’esempio trionfale della benzina col piombo. Fosse ancora per lui magari faremmo i conti oggi con un’altra Fukushima. I qualunquisti ci portano alla catastrofe, gli utili beoti….

  10. Come mai in estate in condizioni abbastanza simili i valori di PM10 sono decisamente più bassi? Ah sì, sono spenti gli impianti di riscaldamento. E come mai di fronte ad un parco automobili sempre meno inquinante i valori di PM10 sono invece sempre più spesso fuori norma? Evidentemente bisogna rivolgere l’attenzione altrove (camini industriali, scarichi diretti in atmosfera, termoutilizzatore, impianti di riscaldamento).

  11. Meglio per tutti noi…., ma d’estate, i dati li può anche controllare statisticamente sul sito del Comune di Brescia, i valori delle PM10 crollano sotto quota 50, sia perchè si modificano le condizioni climatiche in atmofera, mentre le auto si spopolano insieme ai suoi abitanti e l’inceneritore, contrariamente a quello che ci si può immaginare continua la sua produzione bellicosa di energia perchè l’acqua calda non deve mai mancare dai rubinetti. Diversamente, nel periodo estivo abbiamo un aumento dell’ozono che a Brescia è anch’esso fuori norma. Studiare per credere. Interessante lettura la si può fare a proposito di tutto ciò su:WWW.ambientebresc ia.it

  12. intanto continuiamo tranquillamente a bruciare la vecchia (festa assolutamente inutile)a lasciare che le industrie non rispettino i parametri (sostituzione filtri ecc..) poi rompiamo le balle agli automobilisti con euro 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10 -e viaaa….ma andate a cagare va

  13. In estate le auto si spopolano? Forse la settimana di ferragosto. Se continiuamo a dare la colpa alle automobili seguendo la filosofia dei nostri amministratori non arriviamo da nessuna parte.

  14. Premesso che seguire la filosofia dei nostri amministratori significa fargli quel complimento che non si meritano. Ma quale fermata delle auto se in quei giorni circolavano tutte, tranne le euro 3 e quelle gia ferme col provvedimento della regione di ottobre. Solo il 5% delle auto sono state fermate le altre NO! Come è possibile spiegarvelo nonostante questi dati sulla circolazione dei mezzi sia stato scritto e pubblicato a lettere cubitali sulla stampa locale?

  15. gli utili beoti sono quelli che ancora credono che l’energia ( i quali loro stessi usano abbondantemente come tutti ) provenga dallo spazio e non dalle centrali nucleari

  16. Il 5% delle auto costrette a fermarsi per l’inutile blocco erano evidentemente Euro 3. Se l’incidenza stimabile riconducibile all’automobile con tipologia Euro 3 ed Euro 4 si attesta intorno all’ 1.0-2.0% su scala nazionale e al 2.5-3.0% su scala metropolitana, vuol dire che fermarle o non fermarle è la stessa cosa. Più in generale fermare le auto è perfettamente inutile in quanto stiamo parlando di PM10, non di inquinamento da gas di scarico (monossido di carbonio, biossido di azoto, benzene). Anche ragionando per assurdo, se le auto più inquinanti sono ferme da Ottobre ad Aprile, come mai proprio in questo periodo i valori di PM10 sono fuori controllo? Cos’è che sporca l’aria? Forse allargare l’orizzonte …

  17. sei una vera cima eh , l’energia con cui stai cliccando sulla tastiera da dove arriva ….dall’eolico o dalla centrale nucleare francese ? hahahahaha

  18. Guarda, fuuurbo, che le centrali nucleari portano in Italia un 20% scarso di energia. Se a te sta bene che ce ne sia di più, nonostante il nostro paese sia irradiato per lungo e per largo di sole e di vento, puoi sempre scegliere di trasferirti in Francia o in Giappone, perchè qui da noi quelli molto, ma molto più furbi hanno scelto con un referendum di dire no alle centrali nucleari ed alle energie alternative. Capitooooooooooooooo o!

  19. Guarda, fuuurbo, che le centrali nucleari portano in Italia un 20% scarso di energia. Se a te sta bene che ce ne sia di più, nonostante il nostro paese sia irradiato per lungo e per largo di sole e di vento, puoi sempre scegliere di trasferirti in Francia o in Giappone, perchè qui da noi quelli molto, ma molto più furbi hanno scelto con un referendum di dire no alle centrali nucleari e di dire sì alle alle energie alternative. Capitooooooooooooooo o!

RISPONDI