Alienazioni, Paroli su Omb: “Operazione di successo e società strategica, non è in vendita”

0

(d.b.) “Omb non è in vendita. E’ una delle operazioni che sono stato più contento di fare e che oggi rivendico con più orgoglio”. Così il sindaco di Brescia Adriano Paroli questa mattina, durante la presentazione dei risultati economici di Omb International, ha blindato la società entrata a far parte da qualche anno del gruppo di Brescia Mobilità. Di fronte alla necessità di alienare parte del patrimonio (mobiliare e immobiliare) per far fronte ai tagli e ai mancati dividendi di A2A (servono 71 milioni), negli scorsi giorni il Pd aveva messo sul tavolo alcune proposte: la vendita di Centropadane, Ortomercati, Farcom e Omb. Ma l’azienda che produce compattatori e cassonetti per il sindaco è strategica: “Ho sentito troppe parole in libertà attorno a questa vicenda. La verità è che abbiamo salvato duecento posti di lavoro, cento diretti e cento dell’indotto. In soli tre anni il fatturato ha raggiunto i 40 milioni di euro. E quest’anno vi è stato un utile di 700mila euro. Soldi che andranno a coprire i tagli sui servizi sociali”. Insomma, per il primo cittadino, “oggi Omb oggi è una possibilità per la città”: la possibilità di sviluppare un polo per la mobilità sostenibile ma anche soluzioni innovative sul tema ambientale e sul ciclo dei rifiuti, non solo la raccolta, ma anche lo smaltimento. Ecco perché, rassicurando i lavoratori che la scorsa settimana gli hanno scritto una lettera, Paroli ha spiegato come Omb “non è in vendita. Poteva e doveva essere una scelta bipartisan – ha aggiunto – Almeno non la si usi per sciocchi attacchi politici”.

Di certo, guardando i dati, “l’operazione è stata un grande successo”. Nel 2011, ha spiegato il presidente della società Marco Medeghini, il fatturato ha raggiunto i 38,8 milioni, l’utile (una volta pagate le tasse) ha sfiorato i 700mila euro, il margine operativo lordo è passato da 500mila euro (dato del 2010) a 2.5 milioni. Il fatturato è così composto: per il 37% dalla vendita di compattatori (camion), per il 48.7% dai cassonetti (da registrare l’importante commessa su Roma – 20mila cassonetti nuovi), 9% ricambi, 5% servizi e manutenzione. La metà del fatturato è stato fatto in Italia, l’11% in Spagna, il 23% in Sudamerica, il 15% negli Emirati Arabi. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Dati positivi, ma sarebbe necessario sapere quanto del fatturato è sato fatto con il comune di brescia e se i prezzi fatti al comune di brescia sono i medesimi degli altri acquirenti. Perchè, se così non fosse, vorrebbe dire che gli utili li abbiamo ancora pagati noi, e non andrebbe per niente bene!!! Chiariteci il dubbio, per favore

  2. Le uniche cose strategiche sono la nomina di dirigenti ed amministratori della OMB, nonchè il voto dei dipendenti il prossimo anno

  3. Fra gli amministratori (senza compenso) c’è ancora Maurizio Zipponi ex rappresentante di spicco di FIOM-CGIL ed oggi Responsabile nazionale Lavoro/Welfare dell’Italia dei Valori nonchè parlamentare sicuro IDV nel 2013 ? Dicono fosse lui, e non altri, ad aver salvato i 100 posti di lavoro.

  4. E se fosse stato lei un dipendente della OMB, cosa avrebbe fatto senza lavoro? Grazie a questa scelta posso ancora mantenere dignitosamente la mia famiglia e con i tempi che corrono non è poco, ma evidentemente lei può permettersi di non lavorare.

LEAVE A REPLY