Vello-Toline e 118, Mottinelli (Pd) attacca il Broletto: incoerente e fallimentare

0
Bsnews whatsapp

"Quando la politica riteneva un valore la coerenza?”. Si intitola così il comunicato del consigliere provinciale del Partito democratico Pierluigi Mottinelli, che interviene su due degli argomenti più significativi dell’ultimo consiglio provinciale (la strada Vello-Toline e la sede operativa del 118 a Brescia) accusando sostanzialmente la maggioranza di Palazzo Broletto di essere incoerente e di aver fallito.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

La scorsa settimana, propriamente il venerdì 30 marzo, sono avvenuti due episodi, con protagonisti personaggi della scena politica dell’Amministrazioni provinciale, che meritano una considerazione non banale. Infatti, la politica odierna è in cerca di consenso, dopo le troppe brutte figure che esempi censurabili hanno contribuito a gettarvi discredito. Una condizione che è ancora apprezzata, dopo i troppi “ voltagabbana” , è la coerenza, indipendentemente dalle condizioni di vantaggio o svantaggio. La fiaccolata sulla ciclabile Vello Toline, per perorarne la riapertura, partecipata dall’Assessore regionale Monica Rizzi, dal consigliere regionale Renzo Bossi e dal Presidente della provincia Daniele Molgora, è un esempio eclatante invece dell’incoerenza: “ Nel giorno che in aula provinciale Molgora e Vivaldini rispondono alla nostra interrogazione, congiunta all’UDC, sulla possibile riapertura della ciclabile” interviene il consigliere del Partito Democratico Pier Luigi Mottinelli ”si tiene una fiaccolata di protesta da Marone a Pisogne. Con chi? Con gli stessi protagonisti che in aula rispondono di avere ottenuto risultati?! Ovvero: Molgora protesta contro la Vivaldini? La Rizzi protesta contro Cattaneo? Siamo al paradosso di un’alleanza che non tiene più…”. Ancora, la mattina in aula il gruppo della PdL chiede a Molgora di intervenire contro Formigoni sullo spostamento della centrale operativa del 118 da Brescia a Bergamo. Considerazione minimale: ma se ne parla da più di un anno. Dove erano i consiglieri regionali PdL bresciani? “L’episodio della mozione a difesa della centrale operativa del 118” continua il consigliere democratico Pier Luigi Mottinelli ”è sembrata una maldestra operazione propagandistica di un PDL diviso tra ex An, e la pletora delle correnti ex Forza Italia, che vuole accreditarsi ai bresciani attento alle istanze del territorio. Ma dove erano i consiglieri Peroni (tra l’altro Presidente della Commissione Sanità) e Parolini, quando si dibatteva da oltre un anno della riorganizzazione? Troppo occupati? È vergognoso che quando le decisioni sono prese si voglia dare intendere ad un’opinione pubblica che una mozione possa cambiare la realtà!” Non è il caso che questi “capibastone” del PdL si mettano umilmente a servizio dei bresciani? O le logiche milanesi che li hanno visti Presidenti di Commissione glielo impediscono?” “Chiaramente questi episodi dimostrano” conclude Mottinelli ”come l’alleanza elettorale PdL Lega poggi su basi fragilissime. Speriamo che gli elettori lo capiscano, a partire dalle prossime amministrative”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Tu prorio vieni a parlarci di fragile alleanza. Tu che fai parte del PD che ritengo responsabile di stingere alleanze che con in fatti hanno dimostrato di crollare in pochi mesi, tu che rappresenti il patrito responsabile di quanto sta avvenendo in questi giorni che difronte alle sconfitte elettorali mette in moto la macchina del fango spalleggiata da una magistratura sovversiva antidemocratica ….ma fammi il piacere…

  2. l’invidia di MOttinelli lo fa vagheggiare. Il fatto di una mancata candidatura alla presidenza della provincia, antecedente alla mancata nomina a capogruppo del PD, lo ha reso negli ultimi anni poco lucido …il tentativo di ritagliarsi uno spazio politico, cozza con la sua storia passata e presente di amministratore della vallecamonica……. .ma mi faccia il piacere, pur di governare e fare glia affari propri in vallecamonica si allea con quella Lega che a Brescia continua con ipocrisia ad attaccare…..incoer ente!!!

  3. Ma smettetela di sparare sugli altri e guardate la vostra "trave". Una Provincia che fa acqua da tutte le parti. Da cave a discariche autorizzate sempre e comunque a favore di privati mortificando le comunità locali. A un aeroporto morto e sepolto che sta in vita solo per i propri CDA, a una totale mancanza di programmazione in ogni settore. C’è poi un consigliere provinciale (e un gruppo consigliare) che fa con onestà il suo compito di controllore e vi incazzate? Abbiate almeno la decenza di stare zitti.

RISPONDI