Usava un rettilario come serra per la marijuana. Incensurato arrestato dai Carabinieri

0
Carabinieri
Carabinieri
Bsnews whatsapp

I Carabinieri della Stazione di Leno, alle dipendenze della Compagnia di Verolanuova, questa notte nel quadro di predisposti servizi tesi a contrastare la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, a Bagnolo Mella hanno tratto in arresto un operaio incensurato 24enne ivi residente.

I militari operanti nel quadro di una mirata attività info investigativa ed a conclusione di specifici servizi di osservazione e pedinamento hanno bloccato il ragazzo nei pressi della propria abitazione sottoponendolo a perquisizione domiciliare.

La perquisizione, poi estesa al domicilio ha permesso di rinvenire e sequestrare 7 grammi di cocaina due grammi di marijuana un bilancino di precisione e dieci vasi contenenti delle piante di marijuana di circa mezzo metro di altezza.

Il 24enne aveva realizzato all’interno di un rettilario in cristallo ( rivestito con carta in alluminio e con una lampada alogena applicata all’interno) una piccola serra artigianale per favorire la crescita di altre piccole piantine di marijuana appena seminate all’interno di altri tre vasi.

Tutto il materiale è stato sequestrato. L’arrestato è stato ristretto presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato domani mattina.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Giorno dopo giorno migliaia di persone vengono arrestate perchè coltivao una pianta sul balcone. Oggi e la marijuana, domani sarà il prezzemolo o il pomodoro, dipende cosa conviene a chi ci governa. Il governo ci intossica di alcol, che fa molto più male, e ne guadagna bei soldoni e mette in galera i ragazzini dopo aver fatto entrare l’eroina dal medioriente e dalla colombia. Che schifo, se proprio bisogna proibire le droghe, che vengano proibite quelle vere. Nicotina e Alcol per primi. Vediamo chi ci rimette. Eppure la storia lo ha sempre insegnato, il proibizionismo è una guerra persa. Capisco la preoccupazone (finta) per i problemi di salute (inesistenti) di chi fuma cannabis, ma non capisco la determinazione nel punire così duramente la gente solo per un arbusto. Vergogna.

RISPONDI