Ha patteggiato un anno e dieci mesi il banchiere accusato di svuotare i conti dei suoi clienti

0
Bsnews whatsapp

Alla fine ha deciso di patteggiare il bancario Maurizio Mostarda, accusato di aver fatto sparire dalle casse della filiale in cui era direttore la bellezza di un milione e 400 mila euro, con la complicità del collega Andrea saporito. Un anno e dieci mesi la pena inflitta dai giudici all’ex direttore. Non si ferma invece la battaglia giudiziaria di Saportito, collega di sportello e accusato di aver eseguito una serie di operazioni all’insaputa di ignari correntisti a cui hanno prosciugato conti correnti per poi far sparire i contanti. La fliale della Banca di credito cooperativo Colli Morenici del Garda ha già risarcito tutti e trenta i correntisti ingiustamente derubati. Ora Mostarda dovrà pagare il suo debito con la giustizia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. …giustizia ingiusta come al solito…1 anno e dieci mesetti di condanna, ovviamente sospesa o con tutte le condizionali, per cui facendo di conto 1.400 mila euro di ruberia per 22 mesi fanno la bellezza di circa 65 mila euro al mese che il caro condannato si gode……..! evviva l’italia !

  2. …dimenticavo….il caro condannato risulterà nulla tenente e avrà dichiarato che i soldini sono stati spesi tutti…..quindi il malloppo da qualche parte in svizzera…..tanto la banca è assicurata !

RISPONDI