Centro storico, Labolani: “La giunta ha fatto tanto, il Pd dice il contrario? Lo fa solo per i voti”

0
Mario Labolani
Mario Labolani
Bsnews whatsapp

Con un lungo comunicato l’assessore al Centro Storico Mario Labolani fa il punto della situazione sulle opere realizzate dalla giunta Paroli per far rivivere il centro storico cittadino. Di seguito il testo integrale del comunicato:

Il centro storico di Brescia è stato in questi ultimi anni al centro di molte iniziative volte al suo rilancio. Strutturalmente tutti possono osservare il recupero di alcuni fra i più suggestivi scorci della città, si pensi alle fontane: come quella nei pressi di via Odorici o quella posta dove corso Mameli incontra contrada San Giovanni. Il Castello ha visto la sistemazione delle parti murarie deteriorate dal tempo e la sistemazione della scala (progettata dall’architetto Scarpa) che conduce al museo delle armi. Superfluo ricordare le iniziative che poi hanno animato il mastio cittadino negli ultimi anni. Scendendo verso S.Faustino si deve ricordare la risistemazione e il riarredo del teatro Santa Chiara e la nuova illuminazione realizzata nelle vie limitrofe e sulla via del Santo Patrono.

E ancora i portici di corso Zanardelli, credo che molti si ricordino quanto erano anneriti e sporchi. Oggi sono puliti, ripitturati e arredati con fioriere.

Attraverso numerosi bandi e collaborazioni si sono riqualificati i muri imbrattati da scritte e disegni fatti con le bombolette. Si sono invece coinvolte le associazioni di giovani che amano effettuare questo tipo di fenomeno espressivo e con questi si sono abbelliti ad esempio i tanti armadi e quadri elettrici della città. Si pensi poi ai monumenti, come la Loggia, oggi pressoché interamente risistemata nei suoi ambienti interni. Dal suo scalone transitano quotidianamente decine e durante i fine settimana centinaia di turisti. Mentre sotto il portico è tornata a osservare la piazza la statua della Lodoiga. Se ci si sposta in via Musei si può godere dei nuovi scavi e lavori svolti nel tempio Capitolium (è stata recuperata un’intera cella) oppure di Santa Giulia oggi grazie al lavoro di quest’amministrazione patrimonio dell’Unesco. Poco più in la il Broletto, oggi è si può finalmente ammirare il recupero della sala dei Cavalieri e i suoi rinnovati affreschi.

Non sono state trascurate le piazze, oggi davvero pedonalizzate. Piazza Vittoria ha visto l’approvazione del progetto di risistemazione, mentre in piazza Duomo e piazza Vittoria si accede solo a piedi o in bicicletta. Altrettanto può dirsi di corso Palestro, si pensi alla curva che porta alla chiesa di San Francesco, oggi inibita alle auto e disponibile per il passeggio grazie a fioriere e panchine.

“Le opere realizzate sono tantissime, impossibile presentare tutte in breve comunicato, spiega l’assessore al centro storico, Mario Labolani -, per questo fra breve le ripresenteremo in un incontro più specifico.

Oggi per comprendere cosa quest’amministrazione ha fatto per il centro basta andarci. Non occorre neppure rispondere alle sciocchezze dichiarate dal PD. Sono tantissimi i cittadini che amano la città e finalmente possono viverla. Sono loro la migliore replica. Sto parlando delle decine di miglia di persone che hanno affollato le notti bianche (proposta di quest’amministrazione) o le oltre 2000 persone che ogni fine settimana transitano attraverso il foyer del Teatro Grande, rilanciato grazie alla nuova Fondazione e così recuperato alla città.

 L’era Corsini, quella del blocco totale delle ztl è servita a svuotare il centro. Peraltro l’anno con il maggior numero di giorni in cui le PM10 sono risultate al disopra del limite di 50/mgm³ è stato il 2007, questo per comprendere quanto fosse utile questo provvedimento che ha impoverito i commercianti e cacciato i cittadini dal centro.

Oggi la città è accessibile, viva e ciascuno ha la possibilità di goderne. Le altre chiacchiere sono di chi pensa alla campagna elettorale e non ha neppure il giusto legame con la realtà che vorrebbe amministrare.”

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Chiudono i negozi, diminuiscono i residenti, aumenta vertiginosamente l’inquinamento della come attesta la centralina del Broletto e lui ci viene a dire che questa amministrazione ha fatto molto per il centro storico? Ormai le spara così grosse che le balle da ritorcersi contro di lui. Non se ne può più di questa classe dirigente. A casa per il bene della città e del centro storico di Brescia.

  2. I Bresciani possono sapere quanti dei loro soldi sono stati spesi per la progettazione del cubo bianco ? ( consulenze, progettazione, trasferte ecc. ) Quanti soldi dei contribuenti bresciani ( di quelli che non evadono, ovviamente ) sono stati inoltre spesi per l’abbattimento della pensilina ? Al centesimo, grazie. Al posto della pensilina ora vedo una piazzetta vuota circondata da automobili. Geniale ed ecologica idea !

  3. Nel Carmine ha fatto chiudere la biblioludoteca. Stava cancellando una cinquantina di olmi neii giardini di via Odorici sperperando 2.000.000 di euro; non si fa la raccolta differenziata come in altre parti della città; non si riesce più a trovare un buco per parcheggiare l’auto e mi si viene a dire che ha fatto…….un…… ..

  4. Il centro storico era animato e viveva grazie alle attività commerciali storiche annientate dalla grande distribuzione massivamente insediatasi nell’hinterland: il colpo di grazia finale è arrivato dalla Freccia Rossa (idea strategica partorita da Ettore Fermi, come il suo Borgo Wuhrer). Le ZTL non c’entrano, ci sono in decine di città italiane e funzionano benissimo grazie a parcheggi di prossimità e mezzi pubblici. Iniziative spot come Notti Bianche e accesso al Foyer del Teatro Grande non ci rianimano dall’altro morbo cittadino, cioè il diffuso degrado culturale e sociale. E qui c’è poco da fare, amministrativamente parlando.

  5. perchè l’Assessore che è anche assessore del resto della città oltre che del centro storico, non elenca le opere fatte per le periferie!! Il nulla, ogni progetto annunciato è stato disatteso riqualificazione di via Milano, parco Nullo, le Calchere e poi sicurezza, se ne sono riempiti la bocca ma non hanno fatto nulla , potrei continuare ad oltranza,che squallore, per loro la periferia non esiste, ma continuano a parlare e non se ne vergognano!!

  6. Centro storico a parte, la città è piena di buche,i giardini parchi sporchi con l’erba alta,non riesco a ricordare nulla di veramente utile per i cittadini che non ne possono più di promesse.

RISPONDI