Nave, sabato 5 maggio si inaugura l’orto biologico giovanile: la terra nelle mani delle nuove generazioni

0

Sabato 5 maggio si terrà l’inaugurazione dell’Orto Biologico Sociale Giovanile presso l’orto di via Sacca, 108 a Nave, a partire dalle 19. Lo scopo di questa serata vuole essere quello di far conoscere il progetto ad appassionati e potenziali clienti, che in seguito potranno partecipare alle attività dell’orto, soprattutto per quanto riguarda la raccolta diretta in campo.

Mettere la terra nelle mani delle generazioni future è il primo passo, e se non lo faranno, seguendo la strada giusta, invito i giovani a occupare la terra così come stanno occupando le piazze.

“Vandana Shiva”

L’idea è nata un paio d’anni fa da un SOGNO COMUNE di tre studenti quando all’ITAS G. Pastori di Brescia fece visita il presidente internazionale di Slow Food, Carlo Petrini.

Il progetto che vuole ricollegare la nostra generazione alla "Terra Madre" l’unica in grado di porci l’energia vitale è riuscito a coinvolgere studenti e giovani lavoratori provenienti da varie parti d’Italia. Durante ”le giornate lavorative sociali”, ci si trova alla sede dell’orto, si lavora la terra in compagnia, si pranza tutti insieme e si cena intorno ad un fuoco posto al centro dell’orto.

La produzione di ortaggi si basa sul metodo dell’agricoltura biologica ed ecosostenibile. Questa metodologia di lavoro è fondata sul rispetto dei ritmi naturali della terra, sull’utilizzo di concimi prodotti in azienda (compostaggio) e sull’antagonismo tra predatori naturalmente presenti e patogeni parassiti. Dalla consapevolezza e dalla voglia di cambiare una società che mercifica qualunque cosa: i prodotti alimentari, la terra, addirittura noi stessi, prende vita il nostro progetto “sociale”.

Come diceva Gandhi:" sulla terra c’è abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti".

 

 

Ci saranno prodotti quali: POMODORI PEPERONCINI PEPERONI MELANZANE PORRO CAVOLO FRAGOLE CIPOLLE AGLIO PATATE BIETOLE DA RAPA BIETOLE DA COSTA ZUCCHINE ZUCCHE(specie varie). E’ possibile anche effettuare la raccolta in campo personalmente, dando l’opportunità al consumatore di scegliere e prelevare il prodotto direttamente con le sue mani. Un modo per abbattere totalmente la filiera, e per rendere consapevole il consumatore di quanta energia si racchiuda in un prodotto sano e genuino prodotto in una zona della città dove non è presente inquinamento ne’ del suolo ne’ delle acque, e che racchiude la forza di un progetto giovanile.

 

Il gruppo dell’Orto Biologico Sociale Giovanile parteciperà a Franciacorta in Fiore, Rassegna Nazionale di Rose, fragranze e sapori  dal 18 al 20 maggio 2012  www.fraciacortainfiore.it

Comments

comments

LEAVE A REPLY