Assolta l’avvocatessa accusata di concorso in spaccio di droga

0
La sentenza
La sentenza
Bsnews whatsapp

E’ stata assolta l’avvocatessa L.M.. Secondo il giudice non avrebbe commesso il fatto. Un fatto che risale al giugno 2011 quando l’avvocatessa finì agli arresti domiciliali, poi annullati dal Tribunale del Riesame e anche dalla Cassazione, nell’ambito dell’operazione antidroga “Carmine sicuro 2”. Nell’inchiesta, condotta dalla Squadra Mobile di Brescia, vennero arrestate 11 persone. L’accusa aveva chiesto per L.M. una pena di due anni e 10 mesi per concorso in spaccio, ma i legali della donna sono riusciti a smontare l’accusa e a garantirgli l’assoluzione.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI