Rolfi (Lega): “Niente rimpasti in Broletto, per ora. Ma sul Pirellone dobbiamo riflettere”

26

Di rimpasti in Broletto non se ne parla. Almeno per il momento. Ma in Regione la Lega dovrebbe pensare anche a staccare la spina alla giunta Formigoni. A dirlo è stato il vicesindaco di Brescia Fabio Rolfi, ospite della trasmissione Ne abbiamo piene le tasche in onda martedì sera su Retebrescia. 

Durante l’ora e mezza di diretta, condotta da Ignazio Baresi e Cristian Cristelli, il segretario provinciale della Lega è stato incalzato dalle domande dei giornalisti di diverse testate: Andrea Tortelli per Bsnews.it, Marco Bencivenga per Bresciaoggi, Italia Brontesi per il Corriere della sera, Salvatore Montillo per Rtb ed Emanuele Zarcone per Brescia Up. Oltre a Maurizio Poli (Associazione del marketing). Oggetto della discussione soprattutto le vicende interne alla Lega e i diversi temi amministrativi. Su quest’ultimo fronte Rolfi ha ribadito di essere contrario alla vendita della Centrale del latte e sottolineato che “sfoltire Brescia Mobilità non sarebbe un dramma, perché i pullman viaggiano anche se Brescia Trasporti è guidata da un amministratore invece che da un Cda”.

Ma i passaggi più interessanti sono stati quelli relativi alle tematiche interne al partito e alle possibili conseguenze sul fronte amministrativo. Sul Broletto l’esponente del Carroccio ha definito “non consequenziale” rispetto alle vicende leghiste il fatto che si vada a toccare la squadra di governo (Molgora e alcuni esponenti della sua giunta sono indicati tra i cosiddetti cerchisti), aggiungendo però che “se ci sarà un rimpasto sarà un normale rimpasto di metà mandato”. Quanto alla Regione, Rolfi – rispondendo a una domanda sul fatto se la “nuova Lega di ramazza” debba o meno staccare la spina a Formigoni a causa dei numerosi problemi con la giustizia di rappresentanti del Pirellone – ha detto: “Non compete a me, ma credo che una riflessione la Lega debba farla, anche perché non sarebbe positivo rimanere sulla graticola fino al momento del voto”.

Comments

comments

26 COMMENTS

  1. Più che di rimpasti i leghisti dovrebbero preoccuparsi della possibile chiusura della loro forneria, visto che nei sondaggi, dopo Pd e PDL, sono ormaie sopravanzati nell’ordine da Italia dei Valori, UDC, Movimento 5 stelle e Sinistra Ecologia e Libertà. Caro Rolfi, la graticola è in mano agli elettori.

  2. Leggendo i commenti si capisce che i motorini del pd-antilega sono sempre attivi,stipendiati o no,ma certo hanno l’idiozia di prendersela con l’unico partito all’opposizione mentre lorsignori al governo lo mettono in quel posto a tutti(compresi i sinistri) per conto della finanza internazionale…

  3. Tò, ecco chi si rivede. Dopo un periodo di assenza dalle scene cittadine,con chissà quali sofferenze per stinenza mediatica, motivate forse per le note vicende interne alla lega, il segretario provinciale leghista, nonchè vicesindaco della città, ricompare per ricordarci la necessità di ricomporre le fila del centro destra, magari con qualche rimpasto, vedi in Regione Lombardia. Non gli balena minimamente per la testa alcun riferimento al Comune di Brescia. Forse è meglio così perchè l’unica seria prospettiva per la città, considerato il disfacimento amministrativo a cui è quotidianamente sottoposta, sono le dimissioni dell’intera Giunta.

  4. è vero la lega non ha risolto problemi, ma almeno non ne ha creati come il pd (esempio metro’ e a2a ricordate sinistrati depredatori di risorse pubbliche ?)

  5. il problema è che rolfi piace ad un elettorato vasto che va oltre alla lega anche a molti elettori pd come il sottoscritto. sarebbe un candidato molto competitivo per il centro destra, perché è percepito vicino ai cittadini, molto più simpartico di del bono….

  6. Oggi tutti in piazza per rivendicare la necessità di liberare questo paese da un sistema politico corrotto e dai tanti fascisti e razzisti che infestano tutt’oggi le Istituzioni e che sono responsabile del clima di odio sociale che sta anche alla base di questa crisi, dove a pagare sono sempre i ceti meno abbienti.

  7. Secula sculorum ed elettore PD, se le canta e se le suona da solo. Fa tutto lui anche coprire un partito che tra segretari e faccendieri hanno lasciato il segno nelle casse del partito. E se valesse anche per lui il detto non è mai troppo tardi per recuperare i limiti per scoprire che fine abbiano fatti i lingotti ed i diamanti legaioli?

  8. …oltre ai lingotti e diamanti chiediamo anche a Rutelli che fine hanno fatto i milioni di Lusi o a Bersani quelli di Penati (che rimane al suo posto in regione, per lui non valgono le richieste di dimissioni vero ?)

  9. in caro sig. Rolfi invece di parlare di rimpasti in casa d’altri non è ora che dia spiegazioni del suo non lavoro delle sue sole promesse delle sue parole al vento (vedi via Milano vedi la delinquenza vedi le sue tante poltrone comprese quelle dalla moglie vedi che la criminalità in città tanti bei progetti ma 1 che è uno mai portato a termine) la criminalità a Brescia ridotta con dati (lui dice ) ma solo quando Maroni era ministro, chissà perche questi dati ora non esistono più.Caro vice sindaco parli di rimpasti ma cerca di rimpastarti la mente tua

  10. …mi scusi ma le tante poltrone di rolfi le vede solo lei…capisco che uno puo’ stare o non stare simpatico e si puo’ condividere o meno un’idea, una posizione politica o il lavoro di unmandato, ma almeno siamo oggttivi…di poltrona mi risulta ne abbia solo una e come segretario provinciale non credo abbia entrate…e comunque io la trasmissione ieri l’ho vista e dagli sms e devo dire che se l’è cavata davvero bene, rispondendo inmodo molto sereno a tute le dmande che gli ponevano…non l’ho votato, ma complimenti!!

  11. ma non c’é proprio nessuna che sappia dirmi se la lega ha risolto un problema durante il suo governo? a roma come a brescia, a me sembra che la lega abbia solo fatto campagna elettorale anche mentre avrebbe dovuto governare.

  12. si rifletti ….sul PGT di Brescia ad esempio e facci sapere come congestionerai la Triumplina con nuovi centri commerciali voluti dall’ex segretario cittadino della Lega

  13. caro Rolfi sarebbe meglio guardare dentro alla Lega….dopo aver epurato quelli che davano fastidio e sostituiti prendendo il loro potere ….siete scesi di 5 punti nelle intenzioni di voto …….e comunque vale l’equazione Lega = gli altri partiti

  14. Sono peggiori perchè hanno voluto cantare le virtù, ma solo con l’intento di sostituirsi alla precedente classe politica sputtanata ed invecchiata. E così siamo invecchiati 2 volte ed ora, qualcuno, comincerà a parlarci di 3 Repubblica.

  15. Era appena uscito dalla lega, dopo i noti fatti, per entrare nel PD che subito è ritornato nella lega. Non l’hanno voluto neanche loro, si sa di questi tempi………..

  16. POsso ricordare che la lega al governo a dato molto. Maroni come ministro ha praticamente azzerato la classe mafiosa. Adesso nessuno si chiede perchè i giudici di quelle parti, senza nulla in mano, se non le dichiarazioni di qualche mafiosetto fatto arrestare quando Maroni era ministro attachino violentemente la Lega. Se mai si poterebbe contestare a Maroni una maggiore fermezza sugli sbarchi di clandestini dopo il crolllo del dittatore libico.

  17. certo nessun azzeramento in Loggia ….non è forse lui che ha azzerato un assessore al traffico di Bs in quota UDC????come sta succedendo nella Lega prima il posto a me e poi a te le bricioline ………caro Rolfi ,idee poche posti molti ……..

  18. come si fa a dire che maroni ha sconfitto la mafia? le indagini non le fa il ministro dell’interno ma i magistrati, gli stessi che stano anche indagando sulla lega. inoltre, come ha denunciato saviano, é sotto gli occhi di tutti che lo stesso nord é quotidianamente sotto assalto di cosche che depredano risorse nel campo della sanità, degli appalti, etc. sono arrivati addirittura dentro la lega (in corso indagine per riciclaggio del danaro dell’andragheta calabrese con i rimborsi elettorali della lega).

  19. Per MAFIA: Ma ti sei mai chiesto come mai prima di Maroni i mafiosi presi in tanti anni si contavano sulle dita di una mano?????? Per ROSY: L’assessore al traffico dell’ UDC non é stato " azzerato " da Rolfi, anzi la L.N. lo aveva sempre sostenuto e te lo dico con CERTEZZA MATEMATICA. Parlate quando sapete, l’ignoranza e l’odio sono brutte bestie a meno che….. mettiate in pratica il motto dei bravi stalinisti che si usava nella grande Unione Sovietica: CALUNNIA,CALUNNIA, QUALCOSA RESTERA’. MAI COSì ATTUALE COME OGGI.

  20. Ecco perchè l’iTAGLIA sara sempre un paese di m. per quelli che ascoltano gente coe Saviano e Travaglio che puntualmente demoliscono chi si mette contro la mafia

  21. Se Maroni avesse mai debellato la mafia di certo non gli è riuscito in quel della lega, visto vhe le indagini sulle casse padane portano alla peggiore di queste, e precisamente alla ‘ndrangheta. Quanto poi al ruolo della Magistratura, se fosse vero che è stato preminente il lavoro di Maroni, vuol dire allora che si è lasciato finalmente libero gran parte del lavoro della magistratura che non a caso ha continuato a mettere le mani sui crimini mafiosi che non a caso si sono spostati nel nord padano. Per poi sentirsi dire da un leghista che l’ignoranza e l’odio sono brutte bestie………

LEAVE A REPLY