Per lo spettacolo di chiusura al Vittoriale brillano le stelle del New York City Ballet

0

La serata conclusiva del Festival del Vittoriale tener – a -mente, la kermesse estiva firmata Re:think – art che si tiene nella dimora dannunziana di Gardone Riviera, Brescia, e che, in questa edizione 2012, ha collezionato ben 7 sold out in 15 spettacoli, non poteva che essere affidata a “stelle” d’eccezione: i “Principals of New York City Ballet”. L’esclusivo spettacolo di danza, in scena domani, domenica 12 agosto, alle ore 21.15, a cura di Daniele Cipriani, riunisce nove primi ballerini della compagnia che da sempre è considerata tra le più famose al mondo, in Italia per una breve tournée. Il costo dei biglietti varia da 22 a 26 euro in base ai settori senza diritti di prevendita aggiuntivi. Infoline allo 0365/20072 oppure al 393 5545627.

Lo spettacolo si aprirà con “Apollon Musagète”, una delle creazioni più affascinanti di George Balanchine, la cui trama è centrata sull’incontro mitologico tra Apollo, il dio protettore delle Arti, e le tre muse Calliope, Polimnia e Tersicore, rispettivamente protettrici della poesia e dei suoi ritmi, della mimica e della danza. Nel ruolo di Apollo si potrà ammirare il ballerino spagnolo Gonzalo Garcia, “Il miglior Apollo del mondo”, come l’ha definito la stampa internazionale dopo la sua esibizione al Partenone di Atene, in occasione dell’inaugurazione dei giochi olimpici. Seguirà il celeberrimo “Fiamme di Parigi (pas de deux)” coreografia di , interpretato da Ashley Bouder e da Joaquin De Luz.
Dopo un breve intervallo saranno presentati i pezzi “Tarantella”  di George Balanchine , (con Megan Fairchild e Andrew Veyette), “Russian Dance” (pas de deux) dal Lago dei Cigni, coreografia di Peter Martins (con Megan LeCrone e Amar Ramasar), “Don Chisciotte” (pas de deux) coreografia di Marius Petipa (con  Ana Sophia Scheller e Gonzalo Garcia). A completamento della serata seguirà “Who Cares?” di George Balanchine con l’intera compagnia: Tyler Angle, Ashley Bouder, Joaquin Deluz, Megan LeCrone, Megan Fairchild, Gonzalo Garcia, Amar Ramasar, Ana Sophia Scheller e Andrew Veyette.

Se volessimo contare le compagnie di danza “storiche” la cui fama ha raggiunto la leggenda, in cima alla lista ci sarebbe il New York City Ballet, a pari merito solo con poche altre. Tra le fila del New York City Ballet, si sono contati, nei suoi 62 anni di vita, danzatori leggendari. Ancora oggi, la fama della Compagnia è data dalla altissima qualità artistica dei suoi esponenti, impeccabili per tecnica. I Pincipals del NYCB, in particolare, sono virtuosi e raffinati interpreti. Il merito dei Principals del New York City Ballet è sicuramente anche quello di continuare la tradizione del repertorio classico portando in scena i passi a due dal  Don Chisciotte a Fiamme di  Parigi .

Nel corso di questa serata i Principals presenteranno, inoltre, per la prima volta in Italia “RUSSIAN DANCE” (pas de deux) dal Lago dei cigni di Peter Martins, l’attuale direttore artistico che ha ulteriormente arricchito il repertorio della compagnia con alcuni balletti indimenticabili.

Daniele Cipriani, curatore di numerosi Gala di danza e balletto nazionali e internazionali fra i quali: “Taormina Arte”, “Mittelfest”, “Ravello Festival” e all’estero come al “Teatro Cervantes di Malaga” e al “Teatro Nazionale di Addis Abeba”, è anche direttore artistico del prestigioso “Premio Positano per la danza dal 2011 insieme a Franco Zeffirelli, ed ideatore e curatore per il Positano Myth Festival dello spettacolo Apollineo e Dionisiaco tenutosi sull’isola di Li Galli, che ha offerto al pubblico, per la prima volta nella storia, uno spettacolo di danza sull’isola appartenuta a L. Massine e R. Nureyev.

Comments

comments

LEAVE A REPLY