Si infittisce il mistero sui biglietti della mostra di Matisse. Brescia Musei chiede spiegazioni ad Artematica

9

Resta un mistero il numero dei biglietti emessi dal museo Santa Giulia in occasione della grande mostra di Matisse. Ieri il presidente della Fondazione Brescia Musei Fausto Lechi ha inviato una lettera al collega di Artematica, la società di Treviso che ha gestito la mostra, nella quale chiede che la piena documentazione sul numero reale di biglietti emessi, così da poter dare una risposta alla città. In un’intervista rilasciata al quotidiano Giornale di Brescia, il presidente Lechi ha inoltre aggiunto: “Se il numero dovesse risultare inferiore a quanto dichiarato a suo tempo da Artematica è ovvio che chiederemo la ristituzione dei soldi indietro”. Soldi (300 mila euro) che Artematica ha incassato dal Comune di Brescia avendo superato la soglia dei 230 mila biglietti emessi. Per artematica infatti i biglietti emessi sono stati in totale 248 mila, cosa che all’ex consigliere del Pd Rocco Vergani puzzava un po’, tanto da pubblicare sulla sua pagina Facebook il numero di serie di un biglietto emesso l’8 giugno 2011 è che testava 127.055 visitatori. Difficile che in venti giorni, fino al termine della mostra, il museo abbia staccato più di 100 mila biglietti. Insomma, un mistero ancora tutto da svelare.

Comments

comments

9 COMMENTS

  1. Un mistero da svelare scrive Bsnews. Tutti ci auguriamo che il mistero sia svelato e non nasconda nulla di negativo, ma bene hanno fatto i consiglieri del Pd a fare un’interrogazione x avere i dovuti chiarimenti, perchè quando si tratta di denaro pubblico è assolutamente doveroso che il palazzo sia trasparente.

  2. Incredibili le dichiarazioni del Presidente di Brescia Musei: prima paga e poi chiede la verifica dell’esattezza dei biglietti venduti che hanno fruttato ad ARTEMATICA il bonus di 300.000 euro, dico "trecentomilaeuri". E se il consigliere PD in Loggia non avesse fatto saltar fuori il problema? Caspita, ma se il management del Comune di Brescia è di questo livello c’è da avere paura per la gestione quantomeno approssimativa del denaro pubblico, sempre che si tratti solo di questo……….

  3. Leggo sui giornali che adesso tutti si agitano ma solo dopo che Rocco Vergani e il Pd hanno sollevato la questione. Pensarci prima no è?

  4. L’ufficio stampa della Siae informa che i numeri relativi alla mostra possono essere forniti soltanto agli organizzatori. Artematica li richieda e li consegni al Comune, in questo modo tutto sarà chiaro e trasparente.

  5. 300.000 EURO PER AVER SUPERATO LA SOGLIA DI 230.000 BIGLIETTI EMESSI. LA DOMANDA SORGE SPONTANEA: IL BONUS DI 300.000 EURO SPETTAVA PER I BIGLIETTI EMESSI O PER I BIGLIETTI PAGATI DAI VISITATORI?

  6. Bravi voi di Bsnews, "si infittisce il mistero sui biglietti della mostra di Matisse" è un bel titolo, sembra quello di un film giallo…Ci sarà un colpevole? E se c’è lo scopriremo?

  7. ma perchè il pd non ha fatto queste campagne quando il sindaco era corsini e il Goldin portava i soldi fuori Brescia? all’epoca quanti erano i biglietti venduti e quelli regalati?
    Almeno oggi si cerca di tenere i soldi a Brescia, invece che regalarli ad altre province.

  8. Da che mondo è mondo all’opposizione spetta il dovere di controllare l’operato della maggioranza e, stando alle sue dichiarazioni, è quanto non avrebbe fatto la precedente opposizione alla Giunta Corsini. Quella stessa opposizione che ora sgoverna la città e che si meriterebbe di tornare ad imparare a fare opposizione. Poi lei afferma che: "almeno oggi si cerca di tenere i soldi a Brescia, invece di regalarli ad altre province; le vorrei ricordare che ARTEMATICA è di Treviso come la società di Goldin e che i soldi pubblici non vanno mai regalati, mentre, magari, andrebbero ampiamente meritati senza alcun tipo di sotterfugi.

LEAVE A REPLY