I vicini scambiano il gioco di due bambini per un litigio in famiglia e chiamano i carabinieri

0

Urlavano e si rincorrevano per casa prima della cena in famiglia, ma i vicini di casa allarmati dalle grida hanno preferito chiamare i carabinieri. All’arrivo delle forze dell’ordine però i due bambini, di 10 e 11 anni, che in quel momento si trovavano a casa con i propri genitori, hanno accolto i militari con un sorriso ed è subito risultato chiaro che le grida fossero di gioia e gioco e non, come sospettato dai vicini di casa, di litigio e paura.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Chi di noi non ha avuto per vicini delle persone insofferenti non può capire un fatto assurdo come questo. Gli dovrebbero mettere fuori il conto per l’uscita straordinaria

LEAVE A REPLY