La moglie del disabile? A Bovezzo finisce al quarto piano del cimitero. La polemica corre su Facebook

0

(a.t.) Il caso sta circolando da qualche ora su Facebook. E ha già raccolto oltre 1.300 condivisioni. Fa discutere ed arrabbiare la Rete, infatti, la storia di “Beppe”, disabile residente a Bovezzo che – alla morte della moglie Nelly, lo scorso 25 agosto – ha iniziato una vera e propria battaglia con il Comune di Bovezzo. “Ho chiesto al sindaco e a un paio di assessori del mio paese di poter mettere mia moglie in un loculo basso affinché io possa gestire la lapide accarezzare la foto e posare un fiore”, scrive Beppe nel suo appello. Ma l’amministrazione ha risposto picche nonostante l’uomo sia in carrozzina da 17 anni. Anzi: la lapide è stata messa molto in alto, addirittura al quarto piano. “Non posso tutte le volte che vado al cimitero farmi accompagnare da qualcuno, io voglio stare da solo davanti a mia moglie”, continua Beppe, “Mi è stato detto dalle autorità che tutti vorrebbero i loro cari a portata di mano: ho fatto presente che io avevo un motivo valido, ma mi è stato risposto che avrei creato un vespaio, un precedente, dando ragione a tutti di fare la stessa richiesta”. “Mio figlio”, conclude l’uomo su Facebook, “ha fatto una richiesta ufficiale alla giunta: vi prego di aiutarmi affinché la giunta possa (autonomamente!) decidere in maniera positiva”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La risposta del sindaco è saggia…. Ma credo che in questi casi dovrebbe prevalere il buon senso…. Bazzani è un bravo sindaco ma stavolta sta sbagliando……

  2. Mi sembra che, oltre al Sindaco, anche il figlio del signor Beppe sia saggio. Scrive "sono il figlio di P. G. e vorrei fare presente sia sulla bacheca di Antonio che in ogni altra sede, che fin dal primo momento il Sindaco mi ha dato piena disponibilità a discutere la questione in consiglio comunale, come è giusto che sia, Io e la mia famiglia aspettiamo fiduciosi la decisione". Scommetto che a breve arriverà la decisione, che risolverà il problema: problema legato all’esistenza di norme, non nato per volontà o cattiva volontà del Sindaco. Potete aspettare che arrivi la decisione prima di gridare allo scandalo? Stanno tutti cercando di risolvere il problema ed il figlio del signor Beppe ne sembra consapevole…

  3. Ci sono diritti e doveri. Le norme esistenti si applicano. Se sono da cambiare, si cambiano ma prima di averle cambiate si applicano così come sono (o vuole un Sindaco che applica le norme come piace a lui?). Leggo che le stanno cambiando, ed in un caso come questo mi sembra giusto. Leggo che il figlio del signor Beppe scrive che attende "come è giusto che sia" che arrivi il cambiamento delle regole esistenti. Poi, se lei preferisce urlare faccia pure.

  4. In queste faccende ci vuole un minimo di sensibilità. Per quello che polemizza: provi lei ad essere disabile e trovarsi in quella situazione, poi siamo sicuri che cambierà idea.

  5. signor sindaco,le scrive un cittadino che cerca di ottemperare a tutti idettami di legge,ma ,ascolti un povero scemo,si metta una mano sul cuore,credo che anche i suoi compaesani capiranno lo strappo alle regole……per il signore che consiglia la tumulazione in terra,abbia pazienza,caro amico,ma ha un idea di cosa potrebbe costare?per conoscenza,un tantinello e magari il signore in questione non se lo puo’ permettere.dai,sinda co,un atto di carita’,e saran tutti con te

  6. "Quello che polemizza" in realtà non polemizza per niente. Al contrario riconosce la serietà del figlio del signor Beppe, che ha scritto di attendere "come è giusto che sia" che arrivi il cambiamento delle regole esistenti. Se io fossi disabile e trovassi delle regole che mi penalizzano, chiederei che vengano cambiate a tutela di tutti: non che mi si faccia un favore perchè sono disabile!

  7. tanto la gatta va al.. lardo che ci lascia lo zampino,l’osannato sindaco di Bovezzo, un giorno si e due si sui giornali per aver fatto di tutto e di più …si ferma davanti ad un problema reale e ..deve domandare alla giunta ………ma mi faccia il piacere!!!!!! non domanda alla giunta per far fare i cambi di destinazione del PGT e di come spendere i soldi dei cittadini per fare una nuova farmacia che sarà un bagno totale di nuovi costi,con un paese che ad ogni pioggia si allaga ripetutamente. ad una cosa legittima legata ad un problema di diversa abilità ,si deve riunire la giunta e pure in consiglio comunale ???? ….ma ci faccia il piacere !!!

  8. gente, la signora è morta una settimana fa, e non credo che il sindaco di Bovezzo possa andare a controllare tutte le tombe. gli è stato fatto presente il problema, con il prossimo consiglio comunale valuterà il caso e vedrete che la storia andrà a buon fine.
    e comunque non amo il vittimismo: signor Beppe, lei sarà anche disabile, ma guardi che una tomba al quarto piano è alta anche per me che sono basso 1.60

  9. ma che calma chi conosce la storia del cimitero di Bovezzo sa che ad ogni pioggia, la parte nuova , veniva allagato,perchè l’ampliamento aveva una piazza per i funerali civili,visto che questa era una amministrazione di sinistra. Senza pendenze,con la conseguenza che tutte le salme erano al bagnasciuga ,poi hanno fatto una sorta di capannone che ha coperto il tutto, mettendoci una pezza. Ma così è stato anche per la piazza nuova, dove per le pendenze e la pavimentazione si scivolava ,pattinando ,come si vede viviamo in un mondo di opere pubbliche piene di sprechi

  10. Forse il mio comunicato era un troppo lungo e non tutti hanno avuto la pazienza o il tempo di leggerlo, provo a riassumere velocemente:
    domeni ca 26 mi sono recato presso l’abitazione del sig. Beppe, che conosco da tempo, per fare le mie condoglianze, il quale mi ha chiesto di poter tumulare la cara signora in un loculo in prima o seconda fila, senza seguire l’ordine cronologico.
    Ho risposto che, senza una deroga al regolamento cimiteriale (che non ho mai fatto), non sarebbe stato possibile e che comunque avrebbe potuto scegliere di collocare la tomba a terra, cosa che Beppe ha rifiutato.
    Gli ho detto che comunque mi sarei attivato per cercare di trovare una soluzione e di dare una risposta ad un diritto sacrosanto.
    Mercole dì pomeriggio, 29 agosto, ho presentato in Giunta una proposta che è stata condivisa immediatamente quindi la soluzione è già stata trovata.
    Ho informato in tempo reale sia il sig. Beppe che il figlio il quale ha pubblicato sul mio profilo di FB "Mi permetto di chiarire un malinteso : sono il figlio di Beppe e vorrei fare presente sia sulla bacheca di Antonio che in ogni altra sede, che fin dal primo momento il Sindaco mi ha dato piena disponibilità a discutere la questione in consiglio comunale, come è giusto che sia, Io e la mia famiglia aspettiamo fiduciosi la decisione."
    Giovedì pomeriggio, il sottoscritto, con il signor Beppe e con il figlio Alan, nel mio ufficio abbiamo parlato con i giornalisti per comunicare e, se possibile chiarire, la situazione, anche perchè ho sempre mantenuto con la famiglia un rapporto diretto e cordiale.
    Spero con questa mia breve nota di aver dato risposta a quanti hanno inteso aiutare il signor. Beppe, ma anche di aver chiarito che la situazione è risolta.

  11. Sicuramente certe situazioni vanno valutate e agevolate magari cercando di stringere un pò i tempi in caso di urgenza, spero e voglio credere che per il valore che si dà alla famiglia venga concessa la richiesta del Sig. Beppe perchè il matrimonio è un’unione sacrosanta da rispettare nella vita ma anche nella morte.
    Mi ha fatto sorridere il commento del lettore il quale parla di vittimismo dicendo che anche per lui basso 1,60 una tomba al 4° piano è sicuramente alta, probabilmente sono parole dette senza ragionare perchè se ci fosse convinzione sarebbe veramente offensivo nei riguardi del Sig. Beppe, ci vedo una bella differenza nell’essere basso 1,60 ma essere autosufficente, poter camminare e salire le scale, dall’essere in sedia a rotelle e non poter raggiungere il loculo della propria moglie per posare un fiore!

    Sig. Beppe abbia pazienza e fiducia vedrà che suo figlio e l’amministrazione troveranno la soluzione più adatta per tutti.

    Saluti.

  12. Guarda,guarda, il Sindaco perde il controllo e spara contro Labolani, dicendogli di guardare nel proprio orticello. Peccato che quando gli fai notare qualcosa,se gli interessa elettoralmente lo fanno se no ,restano parole inevase.Oggi poi vale la pratica di dire di si a tutti e non fare nulla ,perchè non ci sono i soldi oppure perchè ,c’è sempre un perchè. Vorrei fargli notare che ad ogni pioggia il comune nella parte verso sud si allaga tutto ed è dovuta intervenire la protezione civile pure….che il sindaco si interessi dei suoi problemi che fa finta di non vedere .

  13. recentemente al defunto marito di una donna con il 70% di invalidità è stato "assegnato" un piano molto alto. Questo in un cimitero della periferia….

  14. Sig Sindaco, è inutile mettere pezze giustificative al fatto scandaloso che è accaduto nel nostro paesello, un bravo sindaco prevede e provvede e lo fà prima e non dopo che lo scandalo è comparso sulla stampa ed è stato condiviso da molte centinaia di utenti di fb. Sig.Bazzani, per favore, tolga le barriere architettoniche dal parco di Bovezzo e ci metta dei sevizi igienici degni di questo nome (spero che li preveda anche per i diversamente abili) , forse non se nè accorto, ma siamo nel 2012 !
    P.S. dimenticavo di farLe gli auguri per le prossime elezioni !

  15. Ma il sig, Bragaglio, sempre attento alle notizie scandalose e sempre pronto a castigare sulla stampa le malefatte (a suo dire) dello schieramento politico non da lui rappresentato , cosa ne pensa di questa scandalosa vicenda visto che è accaduta nel paese dove abita ? nulla da dire ?troppa vicinanza politica a questa amministrazione ? e se fosse accaduta a Brescia come si sarebbe comportato? mobosamente aspettiamo suoi lumi, grazie !

LEAVE A REPLY