Ambra e Balotelli? Le icone gay bresciane del 2012. Ecco la classifica

0

di Elisabetta Bentivoglio – Icone gay bresciane? Ambra Angiolini e Mario Balotelli sono i preferiti dall’Arcigay Orlando di Brescia. BsNews.it ha chiesto all’associazione di stilare una classifica dei cinque personaggi bresciani che meglio rappresentano gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (senza necessariamente essere gay) e ciò che ne è uscito è tanto sorprendente quanto “politicamente corretto”. Ci si sarebbe potuti forse aspettare di leggere cinque nomi femminili, come nella migliore tradizione delle icone gay mondiali (Madonna, Raffaella Carrà, Amanda Lear, Barbra Steisand etc.), invece, le icone gay bresciane sono per la maggior parte maschietti, e nemmeno necessariamente metro-sexual.

Ecco la classifica:

  1. AMBRA ANGIOLINI – La ex starlette di “Non è la Rai”, romana di nascita ma bresciana di adozione, si aggiudica la vetta più alta del podio grazie al sostegno incondizionato alla causa per la tutela dei diritti di LGBT;

  2. MARIO BALOTELLI – Il campione del Manchester City, figlio adottivo della bresciana famiglia Balotelli, si è posizionato al secondo posto della classifica.. Tutto merito del fisico scultoreo, dell’aria da bad-boy e dell’abbigliamento metro-sexual;

  3. MADAME SISì – Titolare di un famoso locale di Desenzano sul Garda, la drag queen esibisce da anni il suo alterego femminile sul palco dell’ArtClub con spettacoli tanto ironici quanto straordinari;

  4. ALDO BUSI – L’intellettuale omosessuale bresciano ha sdoganato l’immagine dei gay attraverso le sue opere, autentici spaccati di una società che cambia, nei costumi come nei gusti sessuali;

  5. FABIO VOLO – Il presentatore bresciano si è sempre prestato alla causa del popolo LGBT, sia nelle sue trasmissioni che tra le pagine dei suoi libri.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. da quando le icone gay sono uomini?…gay, lesbiche, bisessuali e trans preferiscono comunque le donne, è una questione di stile…baraccone!

LEAVE A REPLY