Desenzano. Aperta un’inchiesta per il moldavo morto cadendo dal tetto nel lodigiano

0

(a.c.) Ha perso l’equilibrio ed è volato di sotto, cadendo al suolo dopo un salto di 7 metri. E’ morto sul colpo Sergiu Neamtu, imprenditore moldavo di 33 anni residente da anni a Desenzano, dove lascia una giovane moglie e un piccolo figlio.

Sabato pomeriggio, intorno alle 18:40, l’uomo stava per terminare la giornata lavorativa in compagnia di 3 operai quando, forse semplicemente a causa della perdita di equilibrio, è caduto dal tetto in eternit del capannone della "Padana Srl" a Somaglia, nel lodigiano. Inutili gli immediati tentativi di soccorrerlo, l’uomo è morto sul colpo a causa dei gravissimi traumi interni che ha riportato. 

La Procura ha aperto un’inchiesta per stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto e le eventuali responsabilità. Sergiu Neamtu aveva in subappalto da un’altra ditta il lavoro di rimozione dell’eternit per il quale, ricordiamolo, sono necessarie specifiche misure di sicurezza.  

Comments

comments

LEAVE A REPLY