Aib, Piero Costa passa il testimone a David Vannozzi

0
Bsnews whatsapp

In pieno accordo con la presidenza ed avendo raggiunto l’età della pensione, il dottor Piero Costa lascia la direzione di Associazione Industriale Bresciana. Dal primo ottobre, alla guida della più antica territoriale italiana di Confindustria subentrerà il dottor David Vannozzi. Il dottor Piero Costa rimarrà in Associazione Industriale Bresciana fino a maggio 2013, quando scadrà l’attuale presidenza.

Il presidente di AIB Giancarlo Dallera ha così commentato la decisione del direttore uscente: “Abbiamo accolto la richiesta del dottor Piero Costa che ringraziamo per il lavoro svolto nel corso di otto anni in associazione. Un impegno nel corso dei quali abbiamo potuto apprezzare le qualità umane ed il rigore professionale.”

Il dottor David Vannozzi, 44 anni, è direttore generale della Scuola superiore Sant’Anna di Studi Universitari e Perfezionamento di Pisa, ruolo che ricopre dal febbraio 2011, dopo esser stato direttore amministrativo dell’Asl di Firenze. Precedentemente il neo direttore di AIB aveva ricoperto il ruolo di senior manager in Deloitte, di dirigente in Arthur Andersen, di internal auditor in Salvatore Ferragamo e revisore in Reconta Ernst & Young.

 

Laureato con lode alla facoltà di Economia di Firenze, dottore commercialista, revisore contabile e con master in banche e finanza a Londra, David Vannozzi ha svolto attività di docenza all’Università di Firenze ed è autore di numerose pubblicazioni in tema di management sanitario.         

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. facciamo i nostri auguri al nuovo arrivato in casa Aib, con gli auspici che apra questa struttura alle realtà della provincia e,che l’Aib possa divenire un interlocutore reale per il sistema Brescia. Non una roccaforte dei poteri ma una casa dove si possa dialogare per superare questo momento difficile in vista anche delle occasioni che si presentano .occasioni come l’Expo 2015,dove vi possa essere una vetrina delle eccellenze bresciane non come singoli partecipanti ma come una provincia che ha sempre dato ….auguri di buon lavoro

  2. Uno dei tanti giovani manager "omnibus" in grado cioè mettersi alla guida di qualsiasi tipo di impresa, pubblica o privata, provenienti dal "giro nazionale" delle società di consulenza che contano. Ne ho conosciuti parecchi nella mia vita lavorativa e quindi: in bocca al lupo, a lui ed alla Associazione Industriale Bresciana.

  3. Grazie dell’augurio di buon lavoro. Vengo in una città ed una associazione piena di storia e spero di poter contribuire al loro sviluppo. A presto

RISPONDI