Casa, i bresciani si allontanano dal centro storico per inseguire la qualità della vita

0

Chi sceglie di abitare in affitto a Brescia, dove negli ultimi 10 anni le abitazioni sono cresciute del 4,4% per un totale di 88.036, sceglie sempre più le zone residenziali poco trafficate, al di fuori del centro storico, purchè dotate di servizi a portata di mano, come supermercati e mezzi di trasporto. A realizzare uno studio su Brescia è Solo Affitti, il franchising immobiliare leader in Italia nella locazione con 350 agenzie (40 in Spagna), in occasione dell’apertura della sua terza agenzia in città in via Aurelio Saffi.

 

“Il centro storico della città – afferma Paolo Romano, titolare della nuova agenzia Solo Affitti di Brescia – è poco richiesto dai potenziali locatari per la presenza della zona a traffico limitato e la mancanza di parcheggi pubblici non a pagamento, che spinge chi è in possesso di un’automobile a dover parcheggiarla nelle apposite aree custodite e a pagamento. Di conseguenza le famiglie con bambini si orientano maggiormente verso le zone residenziali esterne alla cerchia centrale dove si possono posteggiare più facilmente le vetture. Abbiamo ricevuto anche parecchie richieste da cittadini stranieri – continua Romano – che preferiscono alloggiare in appartamenti situati nella zona della stazione, come ad esempio via Milano e San Faustino, dove molto spesso posseggono attività commerciali”.

 

“Nell’ultimo anno il mercato delle locazioni a Brescia – conclude Romano – ha subito una flessione del 10% dei canoni d’affitto a causa del delicato momento economico. La tipologia di contratto più utilizzata è quella del libero 4+4, mentre non è per niente diffuso il canone ‘concordato’ in quanto risulta molto basso e poco conveniente per i proprietari degli immobili. La recente entrata in vigore della nuova tassazione IMU non ha portato a rialzi dei prezzi d’affitto da parte dei locatori, anche se in fase di stipula del contratto questi ultimi sono sempre meno propensi ad abbassare il canone per andare incontro alle necessità dei futuri affittuari”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY