Intred lancia un servizio per le utenze domestiche. E svela il mistero dei lucchetti “alla Moccia” in centro

0

E’ stato svelato il mistero dei lucchetti “in stile Moccia” che qualche giorno fa sono comparsi in diversi punti della città. Si trattava infatti di un’iniziativa pubblicitaria dell’azienda bresciana Intred Spa, che da 16 anni offre servizi all’avanguardia nel campo delle comunicazioni alle aziende o ora punta anche al mercato dell’utenza residenziale bresciana.

“Con il marchio Eir – si legge in una nota – Intred S.p.a. offre allʼutenza residenziale il vantaggio di prezzi competitivi e trasparenti inalterati nel tempo: dal momento in cui si attiva il contratto, il costo mensile non subisce alcuna variazione. Eir libera da costi improduttivi come il canone Telecom e, a seconda delle esigenze, offre la possibilità di attivare anche solo il servizio Adsl senza il telefono. Passare a Eir – continua il comunicato stampa – è facilissimo: basta verificare sul sito internet www.eir.net la copertura di rete nel proprio comune di residenza e scegliere tra le offerte oggi disponibili, come la connessione a 7 Mega con canone mensile di 19,90 euro”. Proprio quella citata sui lucchetti. “In punti strategici del centro di Brescia”, spiega infatti l’azienda, “sono comparsi lucchetti contrassegnati ‘ADSL 19,95 euro al mese per sempre’, simbolo di una promessa di trasparenza che lʼazienda bresciana fa al proprio consumatore”. Un’azione di guerrilla marketing che “colloca il marchio Eir a fianco dei grandi operatori del settore, sottolineandone allo stesso tempo i caratteri distintivi”.

“I servizi Eir – chiarisce ancora il comunicato – possono essere richiesti da chi non ha ancora unʼutenza telefonica e anche da chi viene da diverso operatore. Per chi vuole telefonare da casa Eir è anche voce e in caso di linea telefonica già attiva, Eir si fa carico della migrazione dal vecchio operatore, garantendo il mantenimento del numero esistente. Attualmente i servizi ir sono disponibili in tutto il comune di Brescia e in quasi tutti i comuni della provincia, territorio che entro fine anno si prevede di soddisfare per intero”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY