Mille Miglia 2013, presentata stamattina la proposta della nuova Srl. Senza tempo per le domande dei giornalisti

0

(a. tonizzo) Una nuova società in house, per programmare il futuro della corsa a lungo termine, e un numero maggiore di modelli d’auto ammessi alla corsa. Ma nessuna domanda concessa ai giornalisti, che non hanno avuto il tempo di rivolgersi direttamente ai relatori. Questa mattina, al Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, è stata presentata l’edizione 2013 della Mille Miglia, che si terrà dal 16 al 18 maggio. Presenti Roberto Gaburri e Stefano Sacco, presidente e amministratore delegato di Mille Miglia srl, insieme a diverse autorità locali: il sindaco Adriano Paroli, il vicesindaco Fabio Rolfi, l’assessore provinciale Silvia Razzi e il vicepresidente della Provincia Giuseppe Romele. Tutti uniti nell’esprimere "l’augurio di una buona riuscita dell’evento, per un marchio che unisce cultura, turismo e territorialità". In attesa che i giudici sciolgano i dubbi sul commissariamento dell’Automobil club bresciano.

A introdurli, il segretario generale Camera di commercio Brescia Massimo Ziletti ("Brescia è la seconda provincia per la produzione dell’auto in Italia, abbiamo grandi fornitori di grandi marchi: bisogna cavalcare l’opportunità delle Mille Miglia per i settori dell’economia locale") ed Eleonora Vairano, direttore Aci Brescia, protagonista di un lungo intervento sulla 58esima competizione della Freccia Rossa. "Il marchio Mille Miglia”, ha detto, “appartiene esclusivamente all’Automobile Club di Brescia, compresi gadget ed orologi, ed è un patrimonio che l’Aci ha il dovere di preservare in ogni modo. Non possiamo dimenticare che tra i ‘quattro moschettieri’ ideatori della gara era presente il presidente dell’Aci di Brescia, Castagnetti, che ne fu il primo organizzatore. Per questo motivo”, ha aggiunto, “l’Aci di Brescia ha deciso di tornare ad organizzare la kermesse in prima persona, costituendo una società in house, senza per questo rinunciare ad un’entrata economica importante per i bilanci dell’ente, che verrà portata dalla società”.

Gaburri ha poi spiegato le ragioni della nascita di 1000 Miglia srl, una società "creata in virtù della più elementare delle constatazioni: nessuna azienda al mondo può rinunciare a gestire in proprio il patrimonio più prezioso che possiede. Per questo motivo, Sacco sarà a capo di uno staff d’elevatissima professionalità, con lo scopo d’uscire da quella visione di breve periodo che era connaturata al mandato quinquennale. Con la struttura che sta nascendo, la Mille Miglia potrà finalmente programmare a medio e lungo termine, con benefici per la manifestazione ma anche per la città di Brescia".

Coadiuvato da una serie di diapositive, Stefano Sacco ha quindi terminato la conferenza stampa ricordando l’obiettivo di portare "il mondo a Brescia, Brescia nel mondo", evidenziando l’organigramma del proprio staff (Francesca Parolin, assistente Ad e coordinatore Pr, Roberto Pagliuca, Marketing manager e John Fewings, sviluppo business) e sottolineando le due parole chiave dell’organizzazione: "entusiasmo e professionalità". Il tracciato della gara è ancora da definire, ma Sacco ha comunicato che "sarà un mix di tradizione e modernità, rendendo omaggio a Giannino Marzotto, vincitore delle edizioni del 1950 e 1953". Per quanto riguarda il regolamento, invece, è stato reso noto che "gli accorgimenti saranno indirizzati ad ampliare il numero dei modelli che potranno ambire alla vittoria, riducendo il divario tra i coefficienti delle auto ante guerra e quelle degli anni Cinquanta, oggi escluse dalla possibilità di salire sul podio". Anche il sito è stato rinnovato (www.1000miglia.it) .

In merito alla promozione, infine, Sacco ha specificato che la Mille Miglia sarà presente al Salone dell’auto e moto d’epoca di Padova (25-28 ottobre prossimi), alla Techno classica Essen (10-14 aprile 2013), al Salone internazionale dell’automobile di Ginevra e all’Expo di Milano del 2015. "Il prossimo appuntamento bresciano, però – ha concluso l’amministratore delegato della Srl – sarà il 20 dicembre al Teatro Grande, per una serata di spettacolo nel corso della quale la Mille Miglia porterà gli auguri alla città". Ad offrire il loro saluto nel corso della presentazione, anche Davide Traxler, amministratore delegato di Chopard, uno degli sponsor della Mille Miglia, e il giovane olimpionico bresciano Andrea Cassarà.

Molte cose sono state dette, ma sui dettagli non si è potuto conoscere di più. Ai giornalisti presenti in sala, infatti, non è stato lasciato il tempo di fare domande dirette ai relatori. 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Che dire, bella questa conferenza stampa! Ora sappiamo che la MM 2013 partirà il prossimo 16 maggio… e poi???? Nulla!!!! Che brivido…ho proprio paura che sarà una MM di serie C quella targata BS, anzi, targata GABURRI! Ma come niente domande dei giornalisti?! Mah… che l’avranno fatta a fare questa farsa…

  2. Bella la conferenza stampa-monologo. Ma davvero nessuno ha avuto il tempo di chiedere nulla? Nemmeno una curiosità? Una domandina, uno stimolo, una barzelletta, uno starnuto? Beh, allora è questa la notizia!

  3. Si possono fare domande solo se ci sono delle risposte da dare. Evidentemente, fra persone provenienti da altri ambiti marketing (biologico, ambiente, sostenibilità), "giovani di studio", vecchi nostalgici, esperti in marchi internazionali e null’altro, delle due parole chiave dell’organizzazione per ora c’è l’entusiasmo, in attesa delle elevatissime professionalità che magari sappiano dov’è Radicofani o a che a altitudine si trovano i Monti Sibillini…

  4. Cari amici questa mattina si e’ consumata una conferenza stampa….FARSA!! Tutto preparato per far breccia sulla citta’ a dir poco confusa dai tanti proclami ma SENZA FATTI!! Un sito improbabile, un programma non spiegato una pre iscrizione, mai fatta…
    Povera mille miglia… In che mani e’ capitata!
    Speriamo che alla fine la giustizia trionfi!!

  5. Non si dica che questa è la MM made in Brescia, i Bresciani, quelli veri, appassionati, sono molto bravi, questi sono birbanti che vogliono portare a casa il giochino che han sempre desiderato! E poi, "conferenza stampa"…seeee…e le domande?! La prossima volta mandate un comunicato e risparmiamo di occupare il vanvitelliano per le messe in scena…! Almeno il prossimo appuntamento sarà al Teatro Grande, sede più consona ai commedianti!

  6. una conferenza stampa senza domande…non è una conferenza stampa, hanno solo sbagliato a chiamarla così. La corsa più bella del Mondo con gli organizzatori più bizzarri, meglio di così.

  7. una conferenza stampa senza domande…non è una conferenza stampa, hanno solo sbagliato a chiamarla così. La corsa più bella del Mondo con gli organizzatori più bizzarri, meglio di così.

LEAVE A REPLY