Rsa Arvedi e via Dante: completamente a vuoto due bandi emessi dalla Loggia

0

(a.c.) In altri tempi (basta andare indietro fino a tre, quattro anni fa) ci sarebbe stata la fila di imprenditori e società pronti ad acquistare due spazi così. Invece siamo nel 2012, in pochi (forse nemmeno chi lo afferma) credono che già nel 2013 ci possa essere una ripresa, ed i bandi per la vendita di immobili vanno a vuoto.

Ieri sono scaduti i termini per la presentazione di offerte per l’acquisto dell’Rsa Arvedi e per l’immobile di via Dante a ridosso di piazza Vittoria, a due passi dalla futura stazione della metropolitana. Per l’Arvedi si tratta del secondo giro a vuoto, si riproverà modificando i tempi di consegna e la percentuale di pagamento alla consegna (ora era fissata al 90% dell’intero importo, da versare subito però con consegna della struttura solo a marzo 2013).

Per via Dante la situazione è incerta. Di sicuro la zona è assolutamente strategica per il futuro della città, e la cifra per acquisire l’immobile non è stratosferica (1,5 milioni di euro); bisognerà capire fino a che punto Brescia Infrastruttura potrà abbassare il prezzo di vendita. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Le alienazioni di beni immobili pubblci, a tutti i livelli, si stanno scontrando con la gravissima crisi dell’edilizia e del mercato immobiliare. Questo dovrebbe far aprire gli occhi a chi, come a Brescia, redige i PGT pensando di fare cassa con nuovo cemento. Più attenzione all’edilizia conservativa, al restauro, alla riqualificazione urbana: i tempi sono cambiati.

LEAVE A REPLY