Ori Martin, Pd all’attacco: Paroli in ritardo di quattro anni sull’Osservatorio

33
Bsnews whatsapp

“Quattro anni per non decidere: Paroli, Rolfi e Vilardi istituiscano finalmente un Osservatorio Ori-Martin”. Con una nota il capogruppo Pd in Loggia Emilio Del Bonoe il consigliere Walter Muchetti attaccano la giunta Paroli sulla questione dell’e problematiche legate all’azienda bresciana.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

La proposta di istituire un Osservatorio per le problematiche ambientali legate all’attività siderurgica della Ori-Martin nasce dalla proposta del Partito Democratico della zona Nord nel lontano 2009. Con un Ordine del Giorno votato all’unanimità dal Consiglio della Circoscrizione Nord il 14 ottobre 2010 si chiedeva al sindaco Paroli e all’assessore Vilardi di istituire un Osservatorio ambientale per concordare fra azienda, sindacati, rappresentanze istituzionali e cittadini le opportune indagini in grado di verificare l’inquinamento acustico, dell’aria e del suolo.

Dopo venti mesi di incomprensibile silenzio della Giunta, il Gruppo del Partito Democratico in Loggia presentò il 4 giugno 2012 una interrogazione alla quale non seguì alcun atto concreto se non un Ordine del Giorno della Lega Nord del 26 giugno 2012 che chiedeva ai propri Sindaco, Vicesindaco e Assessori di attivarsi con la «massima urgenza» nel definire la composizione dello stesso ma – sorprendentemente – a restringere la conclusione dei lavori entro un anno;

La fine del mandato amministrativo è imminente e a più di tre mesi di distanza non si è ancora preso in considerazione il carattere di urgenza dal quale discendeva l’iniziativa di numerosi consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione;

E’ giunto il momento per l’assessore Vilardi e per il Sindaco Paroli di decidere se vogliono o meno l’Osservatorio Ori-Martin. Così pure la Lega Nord deve dimostrare seriamente di stare a fianco dei cittadini di San Bartolomeo altrimenti «Prima il Nord!» – oltre che una espressione di egoismo localista – rischia anche d’essere semplicemente uno slogan mediatico.

Il Partito Democratico, stufo delle parole vuote della Giunta, propone a tutti i consiglieri comunali di votare finalmente l’istituzione dell’«Osservatorio Ori-Martin» che, sulla scorta dell’analoga esperienza all’Alfa Acciai di San Polo, sia composto da:

  1. L’Assessore all’Ambiente, Ecologia e Urbanistica, con funzioni di Presidente;

  2. Il responsabile del Settore Ambiente ed Ecologia;

  3. Il presidente della circoscrizione Nord;

  4. Il coordinatore della Commissione Ambiente e Territorio della circoscrizione Nord;

  5. Un consigliere della circoscrizione Nord di minoranza;

  6. Un rappresentante della Direzione di ORI Martin;

  7. Un rappresentante della RSU di Ori Martin;

  8. Un rappresentante del Comitato Difesa Salute & Ambiente di San Bartolomeo,

  9. Un rappresentante delle forze politiche di quartiere;

Stabilendo che – attraverso il coordinamento dell’Assessore all’Ambiente/Ecologia – la periodicità delle riunioni abbia una cadenza almeno bimestrale e per una durata di due anni prorogabile dal Consiglio Comunale, previa una valutazione di resoconti che ne rendano necessaria la prosecuzione.

L’iniziativa di cui sopra è maturata all’interno del PD Circolo Nord, il cui portavoce Gianluigi Fondra in collaborazione con il Capogruppo PD Circoscrizione Nord, Gianfranco Ruggeri e il Consigliere PD Circoscrizione Nord, Dario Belletti, da tempo seguono con particolare interesse le problematiche citate.

 

Il Capogruppo P.D. in Loggia

f.to on. dott. Emilio Del Bono

Consigliere Comunale PD

f.to Valter Muchetti

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

33 COMMENTI

  1. Delbono e tutto il PD sulla Ori Martin dovrebbe avere il buon gusto di tacere una volta per tutte invece di accusare la Giunta Paroli (che è l’unica che si è mossa per fare qualcosa)….vogliam o ricordare a mister chicchierino Delbono di chi è la responsabilità sulla Ori? Risulta a mister chiacchierino Delbono che fine a 5 anni fa hanno governato sempre loro e MAI DICO MAI si sono interessati delle istranze dei cittadini dei quartieri della gabbiane e di SanBa? Vogliamo ricordare ancora na volta, in modo che abbia la decenza di tacere che è stata proprio l’ultima amministrazione Corsini nel 2006 ad approvare l’ampliamento della fabbrica all’interno del quartiere, no perchè altrimenti cosa vuole venire a raccontarci? che la smetta una volta per tutte di vendere fumo ai cittadini e abbia la decenza di ammettere gli errori che ha fatto il centro sinistra quando ha governato, noi residenti non siamo cosi poco avveduti da credere a tutto quello che racconta il Signor so tutto io…adesso basta x cortesia prendere x i fondelli…

  2. Temo di avere la memoria lunga: mi chiedo perchè Del Bono e il PD non abbiano dialogato in passato o chiesto interventi direttamente al Vicepresidente e consigliere delegato di ORI Martin, cioè a Giovanni Comboni, prima candidato provicniale nei "Democratici di Prodi", poi assessore nel 1994 nella Giunta Martinazzoli (Corsini era Vicesindaco) in quota PDS nonchè già Presidente di Selene, società pubblica totalmente partecipata dall’allora ASM. Se non ci si parla da "vecchi amici" di schieramento o di partito, con chi lo si deve fare ? E poi c’è il Presidente di Ori Martin, Franco Polotti, che è oggi Presidente di Ubi Banco di Brescia (provenienza Banca S.Paolo e, poi, Banca Lombarda) e qualche entratura dovrebbe averla per "dialogare" con il mondo pubblico. Mah…misteri…oppu re no.

  3. OPPURE STRUMENTALIZZAZIONI DA CAMPAGNA ELETTORALE? X LA SERIE…TANTO I BRESCIANI SONO TONTI E NON RICORDANO…Eh no caro delbono, sulla Ori non ci prendete x il naso ancora voi del PD…

  4. Del Bono basta balle propagandistiche, il raddoppio della ori martin é stato autorizzato da Corsini. Questa giunta non ha fatto niente , ma nemmeno niente di male per la vicenda Ori. Se Corsini sostenuto da del Bono e da Fondra, cioè dal ,PD ha autorizzato che l’impatto della Ori sul quartiere raddoppiasse non può oggi accusare altri. La politica é una cosa seria ed onesta e ve lo dice chi vota centrosinistra convintamente ed é del quartiere San Bartolomeo

  5. Era ora che qualcuno della minoranza che siede in LOGGIA si faccia garante dei diritti degli abitanti di San Bartolomeo di vivere il quartiere e non aver paura : diventare la Taranto del nord grazie alla ORI MARTIN.

  6. Con la ORI MARTIN é impossibile dialogare,si sentono intoccabili,l"unico modo per raggiungere l"obiettivo é di bloccare il rifornimento di ROTTAME e l’uscita del materiale finito.

  7. NON DEVE ESSERE UN ATTACCO ALLA POLITICA MA UN APPOGGIO AL QUARTIERE CHE VIVE ORAMAI DA ANNI UNA SITUAZIONE CHE RICORDA PER CERTI VERSI ILVA DI TARANTO. CAPITO!!!!!!!!!!!

  8. la vedo dura , chi siede nei banchi della minoranza oggi e’ stato per 20 anni nella maggioranza ecche’ gli chiedi , chiudila ? Quando la stessa minoranza l’ha lasciata proliferare per quasi un quarto di secolo ? che e’ na barzelletta ?

  9. Se ci sono stati errori nel passato questo non giustifica l’inconcludenza del presente. Questa Giunta dimostri d’essere migliore di chi l’ha preceduta e avvi l’Osservatorio! Mantenga le promesse fatte ai cittadini di San Bartolomeo… e non continui a camminare guardando sempre all’indietro o gli verrà il torcicollo.

  10. Oltre a bloccare i camion che entrano e escono dalla ORI blocchiamo anche i camion che riforniscono i supermercati e i centri commerciali : l’inquinamento calerà drasticamente !

  11. E’ per disintossicare i bambini che le mamme e papà li portano il sabato e la domenica ai centri commerciali, avvolti dagli scarichi di migliaia di automobili ?

  12. non mi stupisce che ormai a votare per i sinistroidi ci sono rimasti solo i delagati sindacali ( che sono migliaia eh ) ma nessuno di quegli operai semplici che portano a casa la pagnotta onestamente , vedi ILVA.

  13. Purtroppo dalle logiche della politica italiana e bresciana, così come dai commenti di alcuni di voi, si comprende che ormai siamo vittime di una concezione di progresso distorta. al centro non c’è più la persona umana, la sua salute e la sua felicità, ma il denaro. le città non sono più a misura d’uomo, che tristezza

  14. … perché mai si creda abbia un senso attribuire a Del Bono gli eventuali errori di Corsini, pensando al contempo ch’egli non possa adoperarsi in modo diverso da quanto fatto dal suo predecessore? Mai come oggi dovrebbe essere importante abbandonare, non solo nel voto ma anche nel dibattito che ad esso porta, una logica esclusivamente partitica per lasciar posto ad una valutazione che si concentri eminentemente sulla persona, non privatamente intesa, ma con riguardo alla sua vita politica. Qualcuno potrebbe mai davvero dubitare del fatto che, indipendentemente da possibili e sterili parallelismi con quanto fatto da Corsini, Del Bono sia enormemente più serio di Paroli ed abbia dimostrato, in ogni sua scelta, di saper incarnare i valori dei quali si fa promotore?

  15. a parte le battute ! Restate sul pezzo ! Chi governa questa città ora cosa vuole fare per questa zona della città ? Perchè questo Osservatorio non parte ??!! Perchè si continua a rinviare !? Perchè l’odg della lega prevede solo un anno di Osservatorio !! Vuol proporio dire che sono peggio di Corsini e quindi è giusto che vadano a casa!

  16. SONO TROPPI ANNI CHE ORI MARTIN INQUINA L"ARIA DEL QUARTIERE NON RISPETTANDO LE REGOLE,PERCHE’ L’ASL NON FA UNO SCREENING TUMORALE NELLA ZONA PER RASSICURARE I CITTADINI!!!!!!!

  17. sono pienamente in sintonia con il console e spero vivamente che l’Asl intervenga con esami sulla popolazione troppe persone in famiglia hanno familiari con tumori nel Quartiere.

  18. " le città non sono più a misura d’uomo, che tristezza" sono daccordo , la cementificazione selvaggia in 20 anni di cattocomunismo e l’immigrazione altrettanto selvaggia solo ed esclusivamente per beccarsi i 100 euro di tessera sindacale l’hanno resa cosi come oggi , un cesso che nemmeno nei peggiori quartieri di Caracas o Tripoli si possono vedere.

  19. vorrei ricordare a mr assessore labolani che BS è la terza città + inquinata d’Europa. Lui nn ha figli che vanno all’ospedale per problemi respiratori probabilmente…

  20. A CAUSA DELLE RIPETUTE VIOLAZIONI DEL REGOLAMENTO DEL SITO DA PARTE DI ALCUNI UTENTI, LA REDAZIONE CANCELLERA’ TUTTI I COMMENTI FIRMATI CON NOME E COGNOME SE L’UTENTE NON STA POSTANDO TRAMITE FACEBOOK O NON HA REGISTRATO QUELL’IDENTITA’. CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO. PER INFORMAZIONI: info@bsnews.it

  21. Il commento più sorprendente è quello di Labolani che, di fronte alla serietà dei problemi e delle proposte contenute nell’Ordine del Giorno del Pd, non trova di meglio che contare quante volte sono cambiate le fotografie di Del Bono… mi ha fatto venire in mente quando da adolescente contavo le figurine Panini all’oratorio. Speriamo che almeno in Giunta si attivi per qualcosa di più pertinente! L’Osservatorio Ori-Martin non è la soluzione di tutti i problemi… vuol essere solo il primo punto di condivisione fra interessi differenti fra azienda, lavoratori e cittadini. Solo condividendo le modalità di rilevazione dei dati inquinanti si può prevenire la drammatizzazione che l’inconcludenza dei pubblici poteri ha portato al blocco dell’ILVA. A San Bartolomeo non siamo ancora ai livelli di Taranto… ma il non fare nulla è l’anticamera per cui la Magistratura resta l’unico modo di contemperare interessi economici e salute. Meglio attivarsi per tempo. Rifletta il Sindaco e L’Assessore e si comportino davvero come i "primi responsabili della salute pubblica". La loro non è una facoltà, è un obbligo di legge. Esempi virtuosi da seguire ci sono, L’Osservatorio Alfa Acciai di San Polo… Il Bilancio Sociale delle acciaierie Feralpi di Lonato, le linee guida del gruppo di lavoro specifico in AIB. Perché si è aspetta tanto? Se non hanno idee migliori imitino almeno gli esempi virtuosi.

  22. ha ragione fondra ! Questo è il modo giusto per ragionare ! Farsi carico dei problemi del presente e nel limite delle competenze progettare il futuro ! A volte il potere dell’autorevolezza fa molto di più di tante altre cose ! Autorevolezza che questa Giunta, purtroppo non ha !!

  23. Aspetto fiducioso il cambiamento di questa amministrazione. Non tanto per la sua capacità o meno di gestire queste questioni, ma per vedere all’opera quella nuova. Voce grossa, quando c’è da marcare le inefficenze degli altri ma con poca memoria e vocina flebile quando devono dimostrare la loro solerzia nel dimostrare di essere migliori.

  24. Le tematiche ambientaliste sono state gestite da sempre a Brescia con la superficialità e la noncuranza di chi non le vede come priorità per i cittadini e la comunità al cui servizio la politica deve porsi. Ecco perchè credo che il centrosinistra, se succedesse all’attuale centrodetsra, non abbia le persone e la forza per virare radicalemnete nella direzione della tutela, a questo punto, della salute pubblica.

  25. Rifletta il Sindaco e L’Assessore e si comportino davvero come i "primi responsabili della salute pubblica". perchè quando eravate voi in amministrazione invece il sindaco e gli assessori non erano i primi responsabili della salute dei cittadini? Fondra, siete dei grandissimi ipocriti, abbiate la decenza di tacere almeno mnei confronti dei cittadini che state prendendo in giro da anni…

RISPONDI