Sel ribatte al Pd: sbrighiamoci con le Primarie e cerchiamo di recuperare l’Idv

0
Bsnews whatsapp

Con una nota i vertici di Sel rispondono alle accuse di ambiguità del Pd in relazione alle elezioni comunali del 2013 e invitano il possibile alleato a provare a costruire le basi per un’alleanza che comprenda anche l’Italia dei valori.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Ambiguità di Sel dice il PD….ci viene da sorridere perché al PD sanno che non siamo abituati a rispondere alle provocazioni. Al PD sanno che Sel ha scelto senza ambiguità il centrosinistra fin dalla sua nascita e quello è l’ambito politico naturale nel quale svolge la sua azione ed è così su tutto il territorio nazionale come dimostrano tutti gli esempi. Al PD sanno che è da otto mesi che, con pazienza e tenacia, proponiamo di costruire anche a Brescia un centrosinistra ampio e robusto politicamente e programmaticamente sull’esempio politico delle esperienze di Milano e Torino e con le primarie per scegliere il candidato sindaco. Altri e non noi hanno vagheggiato di allargamenti al centro. Noi non abbiamo detto nulla, ma adesso è l’ora dei risultati e i risultati dicono che rispetto al tavolo di febbraio il centrosinistra bresciano ha perso un pezzo, l’IDV. Non è un bel vedere, forse sarebbe meglio tentare di recuperare almeno quello. Comunque sia è tempo di mettersi al lavoro che il tempo passa…c’è da fissare la data delle primarie, da scrivere la carta degli intenti e delle regole. Noi siamo pronti da mesi.

Luigi Lacquaniti coord. sel provinciale

Mirko Lombardi coord.sel cittadina

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Rispetto a febbraio si è persa l’Italia dei Valori perchè le redini della trattativa (chiamiamola così) politica sono passate nella mani di Maurizio Zipponi, ex sindacaiista bresciano FIOM-CGIL e ex-parlamentare di Rifondazione Comunista, catapultato ai vertici nazionali del partito dipietrista in meno di due anni. E’ a lui che devono rivolgersi Lombardi e Lacquaniti per riportare l’IDV in carreggiata, non al PD.

  2. A questa gente di brescia, dei bresciani, degli operai, delle casalinghe, ecc.. non gliene frega una beata mazza. A loro importa solo raggiungere il potere, in qualsiasi modo e con qualsiasi compagno. Se solo occupassero una infinitesima parte del tempo perso in queste trattative stucchevoli per darci anche una sola (una, non di più) idea di quello che vogliono fare e come lo vogliono fare, gliene saremmo grati. Ma non hanno tempo, troppo presi a imbarcare i socialisti per passione (cosa daranno a Fermi?), l’Italia dei valori immobiliari, gli occupanti dei centri sociali, i difensori senza se e senza ma dei valori tradizionali della famiglia (e anche delle famiglie criminali), i fautori delle coppie di fatto e i bacchettoni, gli assistenzialisti e i liberisti ecc… ecc…. Bravi!

  3. Ma perché il PD bresciano non vuole prendere esempio da Milano e da Torino ? Perché la verità è che non vuole fare le primarie perché del Bono ha paura di perderele con Fenaroli. Perché Fenaroli non è uno della casta ma uno che lavora alla Caritas, che segue i lavoratori e le vertenze delle fabbriche in crisi, che segue gli sfratti e che interviene sul prefetto per trovare soluzioni, che conosce i problemi dei pensionati, che vive da sempre con 1500 massimo 2000 euro al mese, che non ha vitalizi come invece già hanno sia del Bono che Paroli . Perché può anche non piacere ma Fenaroli è uno di noi è non uno di loro.

  4. che misera fine ha fatto il SEL cosi come il PD attaccati pure loro al potere sulla cadrega.. a proposito il 21 ottobre scade il termine , dopodiche arriva il vitalizio.

  5. Forse Fenaroli non avrebbe chiesto lo sfratto del Prefetto per una multa …
    Comunque io non vedo alternativa – ormai – a primarie vere tra Fenaroli e Del Bono, probabile vittoria di Del Bono e poi – Fenaroli è persona onesta – serio lavoro per la città con un dialogo serrato anche in fase di alleanza con l’area moderata.
    Sono sicuro che UDC, moderati e Onofri (con i suoi pochi … visti i molti risultati precedenti poco lusinghieri – Adesso basta Francesco!-) sapranno dialogare con un riformista serio e non casinista come Fenaroli.

    Buon lavoro!

  6. Il PD la smetta di girare le carte in tavola. Del Bono non può decidere la coalizione da solo. Si faccia il tavolo e a quel punto ogni forza politica dirà se ci sta o no . Il PRC ha già detto di no da solo e si è preso le sue responsabilità senza bisogno dei diktat del PD. A furia di tirare la corda si rischia di spezzarla e di regalare la vittoria a Paroli!

  7. A Sel sanno che il candidato del PD si chiama Emilio Del Bono ma al PD non sanno quale è il candidato di Sel…forse perchè a mischiare le carte sono loro, mascherano Fenaroli candidato di chi? da chi?e sperano di fregarli. Almeno a Brescia quelli del PD non sono fessi…come dargli torto!

  8. Fenaroli è il candidato di un gruppo di persone storicamente vicine al PD ed alla CGIL che l’hanno proposto, poi è anche condiviso da Sel che lo appoggia esplicitamente. Sei rimasto l’unico a non saperlo, o forse fai finta. Comunque Fenaroli è storicamente un riformista moderato e non è un caso che, come ho letto sui giornali, Sergio Cofferati a Brescia si è esplicitamente espresso a favore della sua candidatura con parole assai lusinghiere. Quindi È candidato anche da Cofferati, è abbastanza?

  9. i più volte riciclati del sel bresciano, con più parenti che voti, mi ricordano l’aforisma: Molti galleti pensano che il sole spunti per sentirli cantare…

  10. Sel a Roma fa le primarie con il Pd e il Psi. A Brescia vuole Rifondazione Comunista, i Comunisti Italiani, il Magazzino 47 e l’Idv. Sel: chiaritevi le idee.

  11. Bene, ma rifondazione si è già chiamata fuori e IDV quasi e allora? Perché il PD è fermo attendendo che la castelletti decida se stare con il centrodestra o il centrosinistra? Lo stesso vale per onofri…il PD si decida e soprattutto faccia le primarie, come a Roma. Sel fa bene a dire che si è perso tempo a rincorrere l’UDC che è con Paroli. Il PD decida se vuole un centrosinistra oppure una solita minestra del centro e degli opportunisti che gli va bene tutto purché abbiano il potere

  12. Che commenti vecchi…. alleanze, controalleanze, puzza di muffa. La Castellettti sceglierà in base a quanti incarichi e prebende offriranno a lei e a Fermi, socialisti per passione. Onofri ha detto e ridetto mille volte che con queste cariatidi non si alleerà mai, non essendo nè di centro sinistra nè di centro destra. La differenza fra lui e la castelletti è tutta qui. A giudicare da come piattaforma civica viene corteggiata e nominata da tutti, mi viene il sospetto che valga molti più dei voti presi da Onofri alle precedenti amministrative.

  13. fenaroli eletto segretario cgil con i voti della fiom, sel vuol andare con IDV …giammai , no a centrisocilai e rifondaroli e sx alternativa ASSOLUTAMENTE NO ! Sel cominci a crescere e la smetta di fare finta di nulla ! Il vostro 2-3 % non è indispensabile ! Solo perchè la macchina organizzativa di cgil è al vostro servizio …. serietà e basta sciocchezze !

  14. giornali locali che gli fanno pubblicita’ ogni 3 x 2 , alleanze e controalleanze , poltrone , candidati che usano le macchine da guerra dei sindacati , percentuali ridicole da 0,2 …si vede che dal 1990 non e’ cambiato proprio nulla eh.

  15. Ma Cofferati non è quel signore che non poteva più fare il sindaco di Bologna perchè vivendo a Genova non avrebbe potuto stare vicino alla figlioletta? Conseguentemente è diventato parlamentare europeo a Bruxelles! Non mi sembra un gran supporter per Fenaroli. Quest’ultimo si sa, è dalla parte dei lavoratori. Ma salvo un paio di anni da dipendente di una banca, che lavoro ha più fatto Fenaroli. Ahhh: è stato sindacalista e dirigenrte di partito! Niente di nuovo sotto il sole: tutto sempre uguale, alla faccia del rinnovamento.

  16. Ma dopo tutte queste strategie per alleanze partitiche, qualcuno mi può dire quali sono eventualmente i punti programmatici che li accomuna? sempre che abbiano un programma. Ma qui mi sa che dei cittadini non freghi niente a nessuno.

  17. Flash rapidisssimo: qualcuno sa già chi è il candidato sindaco del "Movimento 5 stelle" ? Una curiosità, perchè quel giorno di aprile 2013 si voterà per le politiche e forse per la Regione. Il voto d’opinione porebbe fare d atrino a qualche sorpresa "comunale"…

  18. per chi mastica qualcosa di politica ( politici esclusi ovviamente LOL ) non e’ una novita’ che la percentuale del M5S renderanno impossibili qualsiasi pronostici , almeno nei primi turni e probabilmente anche nei secondi nel caso presentassero personaggi come Calise a Milano ( ne di qua’ ne di la pero’ io voterei di la ecc ecc ) per quanto riguarda i programmi del M5S non fatevi illusioni , su molti punti saranno ambigui come sempre per non dire silenziosi , l’importante per loro e’ portare a casa il maggior numero di voti possibile anche se la rendita non durera’ per sempre …e’ gia’ qualcosa

  19. E’ preferibile una raccolta di soldi piuttosto che di voti?. Sono preferibili magari una rendita di questi, magari in paradisi fiscali?. Preferibile sentire le baggianate raccontate dai nostri politici che al silenzio di un movimento che, per quanto possa essere ambiguo, non lo sarà mai come certi partiti politici che parlano parlano parlano e alla fine, non facendo assolutametne nulla, contano, contano,contano?. Mi lasci almeno tentare di cambiare queste cose, con un semplice voto. Poi si vedrà. Come dice il buon Beppe: meglio un salto nel buio piuttosto che una morte assistita da questi incapaci.

  20. un salto nel buio lo farei sicuramente anch’io piuttosto di rivedere anche solo uno di questi "tecnici" ( il + giovane ha 70 anni )alla guida del prossimo governo LOL ma tornando alla questione che io avevo posto , la percentuale del M5S non sara’ abbastanza alta da poter governare ma sara’ abbastanza alta da non poter fare governare a chicchessia . Peraltro la legge elettorale del doppio turno fu inventata 20 anni fa solo ed esclusivamente per un motivo , far perdere una forza politica ( nella fattispecie Lega Nord ) che non si alleava con nessuno , oggi con gli equilibri elettorali totalmente diversi ci inculcano nella testa un altra idea e cioe’ che serve un altra legge perche’quelle passate non vanno bene ma in realta’ e’ solo per portare piu’ acqua al proprio mulino e comunque una legge elettorale perfetta non esiste ne in Italia ne in nessun paese al mondo. Benvenuti nella politica italiana cari concittadini del 5 stelle.

RISPONDI