Onofri a Fenaroli: “Grazie per l’invito al tavolo, ma la nostra Civica non è gregaria al centro-sinistra”

32
Bsnews whatsapp

In riferimento all’invito esteso dal candidato sindaco Marco Fenaroli alla lista Piattaforma Civica guidata da Francesco Onofri, per un tavolo di confronto in merito ad eventuali alleanze e coalizioni in vista delle amministrative a Brescia, Francesco Onofri risponde declinando l’invito.

In una nota di Piattaforma Civica, si legge, tra l’altro, dopo il ringraziamento per l’invito “ che giudico frutto di una sincera volontà di costruire il disegno politico in cui credi”, Onofri afferma che il tema di una possibile alleanza con la lista capeggiata dall’esponente vicino a Sel, “ è conseguenza però di un equivoco di fondo, di cui non sei certo tu responsabile,ma che nasce da alcuni sillogismi sbagliati legati al mio cognome, ed è stato avallato da certa stampa abituata a ragionare secondo schemi preconcetti, e fomentata da alcuni abili esponenti politici di partito, cui fa gioco catalogarci e etichettarci”.

Onofri prosegue: “Ho girato il tuo invito ai miei più stretti collaboratori (una ventina di persone) perché non sono abituato a decidere da solo e ho chiesto che cosa ne pensassero. La risposta è unanime. Molte grazie, ma noi non siamo tra le “forze politiche e candidati di centro- sinistra” e non ci sentiamo a casa nostra in uno schieramento che è figlio di una contrapposizione ideologica sinistra/destra rispetto alla quale noi siamo civicamente "oltre". Gli amici del gruppo bresciano degli ecocivici, che peraltro non potrebbero per loro storia recente personale sedersi allo stesso tavolo con SEL per motivi persino più radicali di quelli miei e degli altri, sono diventati compartecipi di questa nostra esperienza civica citando Cohn Bendit, leader del ’68 parigino, che dice che ne ha piene le tasche di chi gli chiede se è di destra o di sinistra, perché lui difendendo l’ambiente non sta da nessuna delle due parti. Lo stesso vale per noi, se aggiungi alla parola “ambiente” le espressioni – faccio degli esempi – aiuto alle famiglie bisognose e alle madri, crescita delle imprese, sport di quartiere, orti urbani, ristrutturazione della macchina del Comune, moratoria dei volumi, housing sociale con le case sfitte a canoni integrati o garantiti da enti morali e fondazioni, mobilità intelligente, crescita culturale della città, buone relazioni tra università A2A e imprese su ricerca e sviluppo ed energia, coordinamento e guida del volontariato”.

Non partiamo da zero, conclude la lettera:”Abbiamo molte idee sulla città e ci abbiamo lavorato per quattro anni, dopo l’esperienza lampo dell’ultima campagna elettorale. Noi vogliamo scatenare gli anticorpi contro corruzione, carrierismi, indifferenza, contrapposizione ideologica preconcetta figlia del passato remoto, se non di inimicizie personali, rivalse, invidie, misere vendette covate per anni, abusi di potere per interessi personali o del proprio partito o movimento o sindacato, logiche di scambio, ecc., e cioè di tutti questi virus e batteri che ammorbano la politica italiana.

La vostra medicina, che ha il principio attivo “tutti contro le destre”, per noi è ormai scaduta o inefficace come certi antibiotici diventati acqua fresca e fa arricchire solo certi furbi “farmacisti” o multinazionali del farmaco allopatico, che con il “muro contro muro” ci vivono e spesso ci fanno anche affari.Il prossimo sindaco non può quindi essere uno che ha la maglia della “squadra del cuore”sopra la fascia tricolore”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

32 COMMENTI

  1. Liste civiche, civismo sbandierato come contraltare della militanza in un partito, come se quest’ultima fosse il male. Abbiamo visto i danni delle liste civiche che hanno contribuito a dare in mano alla Lega e al suo modo di governare Comuni e Comuni (vedi cosa è successo a Rovato nell’ultima tornata ma in precedenza a Chiari, Paratico ecc). Per non parlare di persone con passato magari di militanza attiva in un partito riciclatesi come civiche.
    A questo si aggiunga il continuo riferimento alla "società civile" come panacea di tutti i mali, come chi militasse in un partito fosse un incivile. Grazie a questo modo di pensare, a questo "razzismo" al contrario ci sono gli sceriffi leghisti a guidare i Comuni. Complimentoni. Poi, magari, le stesse persone si presentano al seggio delle primarie a votare. Ipocriti!

  2. Bravo Francesco, chiaro ed esplicito, per chi ha voglia di capire. Per chi ragiona per schemi politici fossilizzati rimane sempre la speranza che apra gli occhi e la mente.

  3. Francesco tralascio quasi tutto (pure il molto che invece merita) per arrivare alla tua conclusione, con relativa mia libera traduzione in politica. Né di qui…né di là, ma solo oltre…O tu governi la Loggia da solo con più del 50% o buonanotte a tutti quanti. Questo tuo voler tutto o niente, non lo vedo come il coraggio del civismo, ma come l’abisso del masochismo! Quindi t’attrezzi già a prender poco nulla. Mi dispiace e spero di non aver capito bene. Ma dice uno che, furbo, fai del grillismo. Pur non travisando (come chiedi) il tuo cognome, di Grillo scusa ma tu non hai né il mestiere, né il cinismo, né il fisico e neppure il ghigno.…di niente!

  4. "Onofri prosegue: “Ho girato il tuo invito ai miei più stretti collaboratori (una ventina di persone)" ecco bravo 20 voti alle prossime elezioni sono piu’ che meritati…tra cui "convinto " qui sotto.

  5. x la redazione : la vostra censura delle 12,45 era per il termine " voltastom@@o" o perche’ si parlava di ex sindacalisti prestati ( per sempre ) alla politica ? in qualsiasi caso si dovrebbero cancellare centinaia di programmi , interviste , articoli sui quotidiani e tribune elettorali in TV. vabbe’ dai potete fare anche a meno di rispondere , non vale la pena di leggervi. Meglio che date spazio ai politici che siedono da 20 anni sulla cadrega.

  6. Attenzione “Certo, come no!”, i tuoi esempi di vittorie leghiste dovute all’intervento di liste che hanno disperso i voti dimostrano che tu non conosci la legge elettorale.
    A Rovato e Paratico si vota con un sistema a turno unico, che è molto diverso da quello bresciano a doppio turno. È con il turno unico che la dispersione dei voti può favorire un candidato a scapito di un altro. A Brescia questo pericolo non esiste perché in mancanza di una lista che prenda al primo turno il 50% più uno dei voti, interviene il ballottaggio tra le due liste che hanno ottenuto più voti.
    Quindi tranquillizzati, al primo turno disperdi pure il tuo voto dandolo al PD o a SEL, ma ricordati di votare Francesco Onofri al ballottaggio.

  7. Caro zio Putch, il merito della mia riflessione rimane indipendentemente dal sistema elettorale.. Il "razzismo al contrario" di cui parlavo prima si è verificato in Comuni al voto sia a turno unico che a doppio turno. Di civici travestitisi da vergini della politica ne ho visti a Brescia, a Paratico, a Rovato, a Chiari, a Pontoglio, a Urago d’Oglio, a Cazzago S.M. ecc, tanto per citare alcuni comuni andati al voto negli ultimi tre anni. E tra di essi ci sono Comuni sia col sistema a doppio turno che a turno unico. Perchè "il razzismo al contrario" dei nudi e puri è tipico di quelli che "…lascio la libertà di voto al secondo turno…" dopo aver preso percentuali da prefisso telefonico al primo. Chiaro il concetto? Suggerirei ai partiti bresciani di pubblicare gli elenchi dei tesserati dal 2000 in poi e verificare certi cognomi che stanno in alcune liste "presunte" civiche. Poi vediamo come reagirebbero alcuni dei "noi siamo oltre la destra e la sinistra".

  8. non e’ assolutamente vero che le migliaia di civiche fanno vincere la Lega , in tanti comuni ha perso , ma e’ vero che migliaia di loro sono riciclati da partiti e le stesse civiche sono civetta cioe’ fatte dagli stessi partiti ( questo per dire che di politica i politici non capiscono proprio nulla ) , il caso piu’ emblematico e ballerino di tutti( Casini e’ un principiante a confronto ) e’ la Castelletti , vero anche che le civiche nei paesi raccolgono di piu’ che nelle citta’. La domanda esatta e’ come mai i paesani votano piu’ le civiche che i partiti ?

  9. E la Nini ferrari, che un mese fa ha esordito con la sua civica pronta a presentare progetti civici per la città? Sono già scomparsi, forse troppo impegnati a a cercare le firme sufficienti alla presentazione della lista.

  10. Bragaglio è uno dei politici più coerenti e simpatici che restino in circolazione. Ciò non toglie che non sia possibile per lui, frutto della scuola di Botteghe Oscure, concepire qualcosa di diverso che l’appartenenza ad un partito in cui i vertici decidono e il popolo bue vota. E’ evidente che tralasci i ragionamenti di Francesco, entrano in una sfera che (senza nulla togliere alla sua grande intelligenza) sono al li là della sua portata di comprensione (politica), ancorato a schemi anni ’70, sinistra contro destra e destra contro sinistra, a prescindere. Peccato!

  11. In numerosi comuni le civiche impongono tutto ai partiti con la puzza sotto il naso. Poi le urne danno la loro verità che è quella che ho descritto prima.

  12. nei "ragionamenti" di Francesco c’e’ qualcosa anche sui 4000 sfratti per morosita’ agli immigrati e su cosa bisogna fare con gli zingari o con gli stessi immigrati che un lavoro non lo troveranno mai piu’ , mantenerli a vita o rispedirli a casa ? Sulla criminalita’ i "ragionamenti" di Francesco cosa dicono ? Perche’ io nell’articolo sopra non leggo nulla , capisco che sono "ragionamenti" rischiosi che possono far pensare che uno sta a destra piuttosto che a sinistra , ma se vogliono prendere voti questi "ragionamenti" li devono far conoscere perche’ l’ambiguita’ ti porta voti fino ad un certo punto. Di Bragaglio , del PD , dell’IDV del SEL , della sinistra estrema e della Lega sappiamo come la pensano ma i nuovi ?

  13. Il grido di battaglia "oltre la destra e la sinistra" è veramente vuoto e stucchevole. Fa il paio con il vezzo anti-politicamente corretto. Pensare in termini di destra e sinistra non significa addormentare il pupo con il coro dell’Armata Rossa o brindare a Lenìn (colta la citazione?), ma semplicemente continuare a leggere la realtà in termini, appunto, reali. Le politiche, l’azione degli amministratori SONO di destra o di sinistra (o se vogliamo, di centro), con buona pace dei sanfedisti delle varie "XY per passione", "Brescia è la città che amo" via discorrendo. E ricorda molto il diffusissimo "Ah, io non mi interesso di politica!" che ci ha riempito le istituzioni di piduisti in fuga dalla magistratura, presentatori TV e starlet.

  14. Mi piacerebbe conoscere nel dettaglio l’intero programma elettorale anche se devo dire che i buoni propositi dell’articolo sono molto alletanti. Poi, penso: otterranno un numero suffuciente per governare da soli? e a quel punto con chi stringeranno alleanza… giusto per curiosità mi piacerebbe saperlo prima.

  15. Leggete le idee di Onofri su prlabrescia: ci sono dieci punti che faranno parte del programma. Per quanto riguarda i quattromila sfratti ci sono idee precise su abbattimento delel Tintoretto, Housing sociale e altre idee. Per quanto riguarda zingari, criminalità , morosità forse è sufficiente NON fare come stanno facendo ora, con prese di posizione ideologiche, vagamente razziste e, soprattutto, impraticabili. Basta avere buon senso, quello che hanno sempre avuto su questi temi i bresciani, prima ancora che i loro amministratori.

  16. Onofri Jr. si dichiara civicamente oltre la contrapposizione centrodestra e centrosinistra come novello Cohn Bendit del terzo millennio ? Bene, per coerenza, aspettiamo che dica subito di no a qualsiasi ipotesi di alleanza, al primo e secondo turno, con il centrodestra. Ma, rileggetevi Bragaglio. Forse è l’unico ad aver fiutato che la onofriana Piattaforma Civica lì è stata messa come sosia del "Movimento 5 Stelle" nel disperato tentativo (del centrosinistra…) di non far prendere voti ai grillini ed eviatre il rischio, davvero clamoroso, che siano loro ad andare al ballottaggio. Attenzione alla gente, lo stesso giorno del 2013 si vota anche per le politiche e forse per le regionali…

  17. Gentile piergi, la tua lettura può starci. Dico solo che alcuni dei guru di Piattaforma civica e officine varie che dal 2008 stanno spiegando agli altri come deve essere fatta la politica che si impegnassero stavolta a superare le 40 preferenze!

  18. A me sembra di capire che la posizione di Onofri e dei suoi sia coerente con il messaggio di autentico civismo che va predicando da tempo. Se capisco bene vuole superare l’idea preconcetta di destra e sinistra, ma si appella a ciò che serve all’esclusivo bene della città, al di là delle bandiere e dei preconcetti.

  19. Voii siete "civicamente oltre"”ed e così che schifando gli inviti di Sel e del PD,ariistocramente soli e appartati tu e i tuoi amici contribuirete alla rielezione di Paroli e probabilmente entrerete pure nella sua giunta.E.bene che si sappia e sia chiaro a tutti quelli che hanno veramente a cuore il futuro della città

  20. Voii siete "civicamente oltre"”ed e così che schifando gli inviti di Sel e del PD,ariistocramente soli e appartati tu e i tuoi amici contribuirete alla rielezione di Paroli e probabilmente entrerete pure nella sua giunta.E.bene che si sappia e sia chiaro a tutti quelli che hanno veramente a cuore il futuro della città

  21. Voii siete "civicamente oltre"\’\’ed e così che schifando gli inviti di Sel e del PD,ariistocramente soli e appartati tu e i tuoi amici contribuirete alla rielezione di Paroli e probabilmente entrerete pure nella sua giunta.E.bene che si sappia e sia chiaro a tutti quelli che hanno veramente a cuore il futuro della città

  22. Voii siete "civicamente oltre"”ed e così che schifando gli inviti di Sel e del PD,ariistocramente soli e appartati tu e i tuoi amici contribuirete alla rielezione di Paroli e probabilmente entrerete pure nella sua giunta.E.bene che si sappia e sia chiaro a tutti quelli che hanno veramente a cuore il futuro della città

  23. Voii siete "civicamente oltre"”ed e così che schifando gli inviti di Sel e del PD,ariistocramente soli e appartati tu e i tuoi amici contribuirete alla rielezione di Paroli e probabilmente entrerete pure nella sua giunta.E.bene che si sappia e sia chiaro a tutti quelli che hanno veramente a cuore il futuro della città

  24. abbiamo capito non c’è bisogno di scriverlo 100 volte e come fa lei a sapere tutte queste cose? bellissima la panzana che onofri entrerà nella giunta di paroli e che paroli rivincerà ah ah ah

  25. mi capita, per caso fortuito, di origliare alcuni dibattiti tra gli onofrini e posso testimoniare che i loro ragionamenti sono quanto meno puliti, non legati a partiti o movimenti, vorrebbero davvero fare qualcosa per brescia. certo, riuscirci è altra cosa e dipende da quanti voti porteranno a casa. però sono puliti.

  26. …non vi vota più nessuno lo capite o no ? in questi anni di amministrazioni di dx, di sx, di centro che si sono avvicendate con alterne fortune, rimane un denominatore comune per tutti…. RUBARE A PIENE MANI..quindi gli italiani si sono rotti di vedere gente che predica in un modo e razzola in un altro, classe politica da azzerare dalla a alla z perchè non si salva nessuno ….pure la CdO !!!!

  27. "basta avere buon senso" pero’ non hai detto come risolverlo il problema poi aggiungi "vagamente razzisti"…zzzzzzz e chepa@@e non avete altri argomenti , dai ho capito che non siete ne di qui ne di la ma oltre…certamente non avrete il mio voto. Ossequi p.s. peraltro con 34 messaggi avete avuto anche troppa pubblicita’ per il vostro 0,07 %

  28. Se proverai ad ascoltare senza pregiudizi e più rilassato, vedrai che troverai tanti spunti positivi e, magari, ci sosterrai pure. con simpatia

RISPONDI