Nuovo taglio per le spese nel 2013: meno 14 milioni, si punta all’essenziale

0

(a.c.) Ripresa o non ripresa, il 2013 sarà un altro anno difficile per quanto riguarda gli investimenti in opere pubbliche da parte del comune di Brescia. In vista della presentazione del bilancio previsionale 2013, la Loggia ha anticipato ieri la revisione del programma triennale delle opere pubbliche per gli anni 2012, 2013 e 2014. Riveduta al ribasso, di 14 milioni di euro, la spesa prevista per l’anno prossimo. 

Pochi i soldi che entrano per le nuove costruzioni, pochi i soldi che si potranno spendere in conto capitale. Precedentemente fissata a 47 milioni e 100mila euro, la cifra spendibile per il 2013 è scesa a soli 32 milioni e 780mila euro. Al di là delle acrobazie di bilancio, rimane spazio solo per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, per il verde pubblico (circa 3 milioni), per i lavori di ampliamento del cimitero di Folzano (700mila euro), Stocchetta (600mila) e San Francesco di Paola (1,1 milioni), per i lavori del campo sportivo di Chiesanuova e per gli impianti sportivi di via Collebeato.Per quanto riguarda i beni culturali spazio all’ultimazione dei lavori di restauro della Pallata, per quelli della Loggia e del Capitolium. 2,5 milioni per i lavori della Pinacoteca Tosio Martinengo, soldi che però potrebbero non bastare. 

Mario Labolani a malincuore dichiara che si è badato al sodo, resistendo alla tentazione di effettuare alienazioni per aumentare i fondi a disposizione.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E’ possibile sapere esattamente a quanto ammontano le consulenze esterne (su un totale di ben 4 milioni di euro) e da chi sono state prestate nella’ambito degli invetsimenti i opere pubbliche ?

LEAVE A REPLY