Sottopasso Pianera, il sindaco di Castegnato presenta un esposto alla Procura

0
Bsnews whatsapp

L‘ondata di maltempo dei giorni scorsi, per l’ennesima volta ha messo in crisi il sottopasso ferroviario della Pianera a Castegnato, obbligando all’intervento i Vigili del Fuoco, il 118, la Protezione Civile di Castegnato, la Polizia stradale, i Carabinieri. Quattro persone sono state soccorse e ricoverate in Ospedale dopo essere state estratte dalla loro autovettura quasi completamente immersa nell’acqua che ha riempito il sottopasso. Per questo il sindaco Giuseppe Orizio ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica.

 “Non ne possiamo proprio più – commenta il sindaco di Castegnato Giuseppe Orizio – Tutte le volte che è annunciata una perturbazione siamo in allerta. I cartelli indicatori del pericolo e l’asta che evidenzia l’innalzamento del livello dell’acqua non sono evidentemente sufficienti, visto che ogni volta qualche automobilista “osa” il passaggio ed inevitabilmente rimane bloccato. Stiamo già valutando un nuovo modo di segnalare il pericolo con un rilevatore di livello dell’acqua che faccia scattare in automatico l’impianto semaforico di allarme. Tutto questo è però un palliativo perché è indispensabile intervenire sulle cause che portano a Castegnato in località Pianera, una massa enorme di acqua proveniente dal confinante comune di Ospitaletto il cui impianto di depurazione e smaltimento delle acque non è evidentemente in grado di far fronte al fabbisogno di questo comune e scarica il tutto su Castegnato. Mi spiace che a farsi carico di questo grave problema sia il nuovo sindaco Giambattista Sarnico che non ha alcun tipo di responsabilità. Quando c’è in ballo la vita, le formalità burocratiche che sino ad ora hanno impedito la soluzione del problema vanno in second’ordine. Ad estremi mali  si ricorre con estremi rimedi. Questa mattina ho presentato un esposto al Procuratore della Repubblica di Brescia denunciando questa situazione e la lunga serie di episodi che si stono inanellati negli ultimi tempi. In questi anni abbiamo tentato soluzioni di consultazione e monitoraggio di questo grave problema coinvolgendo il Comune di Ospitaletto, il Consorzio Roggia Castrina e Mainetta, ed anche A2A ricavandone una preoccupante inattività. Infatti gli allagamenti di tale sottopasso non sono il frutto di responsabilità del sistema fognario e/o del reticolato idrico predisposto dal comune di Castegnato, ma sono il frutto di immissioni che consideriamo illegittime e comunque non autorizzate oltre che fuori controllo, provenienti dal Comune di Ospitaletto tramite il depuratore gestito da A2A. Con l’esposto a nostra tutela, chiediamo al Procuratore della Repubblica di accertare eventuali violazioni di legge individuando se del caso le eventuali responsabilità.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI