Ottobre, a Brescia l’inflazione non si muove

0
Bsnews whatsapp

Variazione congiunturale nulla a Brescia nel mese di ottobre. Il tasso tendenziale cala al +2,6%. Effetti deflativi per il capitolo Comunicazioni (-2,2% con calo dei servizi ed apparecchi per la telefonia mobile), Trasporti (-0,3% con calo principalmente delle tariffe di trasporto marittimo, carburanti e tariffe di trasporto aereo), Servizi Ricettivi e di Ristorazione (-0,3% con cali ancora per i servizi di alloggio), Servizi Sanitari e Spese per la Salute (-0,1%, calo dei farmaci) e il capitolo Bevande alcoliche e tabacchi (calo di prezzi di alcolici e vini). Aumentano i capitoli Istruzione (+1,5% per effetto degli aumenti delle rette universitarie), Abitazione Acqua Energia Elettrica Gas ed altri (aumentano le tariffe di energia elettrica, gas e gasolio da riscaldamento), Prodotti Alimentari e Bevande Analcoliche (ritorna a crescere dopo tre mesi in calo, con variazioni consistenti nel comparto ortofrutta, acque minerali, bevande e succhi di frutta, pane e cereali). Lieve aumento anche per i capitoli Mobili Articoli e Servizi per la Casa, Altri Beni e Servizi e Ricreazione Spettacoli e Cultura. Invariato solo il capitolo Abbigliamento e Calzature. Gli indicatori di trend segnalano, per il quarto mese consecutivo, una tendenza al calo dell’inflazione. Si conferma, nel mese di ottobre, il trend maggiormente inflativo dei beni ad alta frequenza di acquisto e dei Beni rispetto ai Servizi.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI