Ghirardelli su Facebook: tutta la classe dirigente del Pdl è colpevole. Beccalossi: te compreso

9
Bsnews whatsapp

“Oscar Giannino: “Tutta la classe dirigente del Pdl è responsabile di non aver compreso da due anni quel che stava succedendo!”….sante parole!”. A scriverlo, sul suo profilo Facebook, è stato ieri l’assessore provinciale all’Innovazione Corrado Ghirardelli. Parole nette. E significative perché l’autore è proprio un rappresentante della classe dirigente del Popolo della libertà. Come la deputata Viviana Beccalossi (che come Ghirardelli viene dalle file di An) non ha mancato di fargli subito. “Caro Corrado, ti ricordo che essendo tu assessore provinciale del PDL, sei altrettanto responsabile”, ribatte la Beccalossi nei commenti al post, “Detto questo, senza alcuna polemica visto l’affetto che ci lega da tanti anni, dobbiamo trovare delle soluzioni percorribili. Possibilmente insieme e presto”. “W’ proprio perché mi sento responsabile che la cosa mi tocca…ma cambiare sembra difficile”, ha risposto ancora Ghiradelli. E il dibattito è aperto.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

9 COMMENTI

  1. Beh, cara Beccalossi, la colpa è direttamente proporzionale al numero di inchini davanti al Cavaliere ed ai suoi cavalier serventi. Lei si faccia un esame di coscienza assieme ai cosiddetti colonnelli. Almeno di questo Ghirardelli non può essere accusato.

  2. bello il tema lanciato dalla Pilar….ma diremmo che oltre agli inchini sarebbe proporzionato AGLI INCARICHI avuti o come si dice nell’esercito……. proporzionale al grado e penso CHE SIANO diverse le responsabilità, della ns. Beccalossi.Ma come si sa le donne non fanno il militare, anche se provengono da un partito che a questa ideologia si rifà. Avere il coraggio di dire che si ha sbagliato no..no..non si può,negare è il verbo imperante ……rottamiamoli tutti questi santi .

  3. Che bello leggere la bacheca di Ghirardelli, assessore che dopo 13 anni circa di assessore in Provincia di Brescia, finalmente vede la fine della luce e l’inizio del tunnel!!
    La sedia sfilata da sotto fa male a chiunque!!
    Tutti a sparare a zero su Monti, tutti i politici a sostenere che le tasse servono a restituire dignità all’Italia, ma quando si viene toccati in prima persona la cosa brucia!
    Non è stato forse PDLe PD a dare la fiducia a Monti?????
    Questo è il risultato di un’amministrazione pessima, inutile e dispendiosa, di governanti che sono stati solo capaci a dare incarichi aparenti, amici e tesserati.
    Il risultato è sotto gli occhi, fermatevi a parlare di quanto può interessare il digital divide ecc.ecc. …… la gente ha bisogno di sfamare i figli, ma questo non interessa a nessuno soprattutto ai governatori delle provincie, come Molgora e Paroli che hanno fatto ricorso per ottenere il vitalizio in un periodo dove la disoccupazione è al 25 %!!!A CASA E SE AVETE IL LAVORO BUON PER VOI ALTRIMENTI CASSA INTEGRAZIONE!!!
    VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI ED ANCORA VERGOGNATEVI, ARRICCHITI ALLE SPALLE DEL POPOLO!!

  4. beata ignoranza…poi ci si chiede perché l’Italia va male..tutta colpa alla politica…e cosa vogliamo dire di certi cittadini…giustizz ialisti e rozzi a tal punto da non distinguere nemmeno quel che serve da quel che non serve…che ragionano solo con la pancia e non con la testa…la colpa è come dice qualcuno giustamente proporzionale…medi tate gente

  5. La fine dell’era berlusconiana e della cosiddetta Seconda Repubblica si porta dietro una marea di politici, politicanti e parassiti della politica che non sanno cosa faranno dopo il 7 aprile 2013 (election day). Delle loro ansie e dei loro dubbi ai cittadini, nella quasi totalità, non gliene strafrega nulla. Se lo mettano bene in testa: hanno già dato, avuto e…preso sin troppo. Silenzio e a lavorare: che mestiere facevano prima di entrare in politica ? Se la la risposta è niente, cavoli loro.

  6. Dico invece che la classe dirigente del Pdl e non solo quella del Pdl sapeva perfettamente quel che stava succedendo. Tant’è vero che continuano imperterriti a sostenere questo governo di spolpatori di euro. Non solo. Non vogliono nemmeno il cambiamento democratico. Lo sbarramento al 42,5 % lo dimostra chiaramente.

RISPONDI