Bonafini (Comitato via Milano): il Comune non mantiene le promesse

0
Bsnews whatsapp

Fulvia Bonafini attacca il Comune di Brescia per non aver mantenuto fede al progetto di riqualificazione di via Milano, progetto ratificato oltre due anni fa. La presidente del "Comitato per la riqualificazione di Via Milano" è preoccupata perché teme che non ci sarà un futuro, a causa della situazione economica dell’amministrazione. Riportiamo di seguito il testo integrale del comunicato

 

"Vorremmo presentare ai Suoi lettori la costituzione del "Comitato per la riqualificazione di Via Milano" formatosi spontaneamente in data 10-09-2012 per sollecitare e vigilare sulla riqualificazione della Zona. Dalla data di ratifica del progetto ad oggi, sono passati ben due anni e mezzo,  gli abitanti sono delusi e preoccupati perchè non hanno ancora visto nessun tipo di intervento e tantomeno  sperano di vederne viste le condizioni economiche dell’Amministrazione. Un sogno irrealizzato e le promesse che svaniscono. La mancata attenzione da parte del Comune ci stimola a tenere controllati i lavori anche in altre zone e ci ha meravigliato  un fatto eclatante che qui sottoponiamo all’attenzione di tutti. Nel 2000, quando l’Esselunga ha ristrutturato il centro commerciale di Via Milano nel contratto, in cambio degli oneri di urbanizzazione doveva  creare la piazza, i giardini – parcheggi di Via Trivellini e proseguire  con la stessa Via sino al congiungimento con Via Volturno, viabilità studiata appositamente per far si che parte del traffico di Via Milano e del Comparto Milano (zona freccia Rossa) che si stava creando,  potesse defluire anche su una via di facile scorrimento come la Via volturno, oltre che nella Via Rose, con la creazione dell’intersezione con la tangenziale. Ora, parte del progetto sta per  concludersi, per quanto riguarda la Via Rose, ma nonostante i vari solleciti fatti negli anni, mirati a fare rispettare il contratto all’Esselunga e dare inizio ai  lavori di Via Trivellini, non solo non  sono finiti, ma neanche sono iniziati. Siamo però venuti a conoscenza e ne siamo oltremodo allibiti, che dopo dodici anni i fondi a carico dell’Esselunga destinati alla Via siano stati "dirottati" sulla ristrutturazione del parcheggio Iveco. Il vicendaco Fabio Rolfi, ha così dittatoriamente  deciso, senza interpellare   la Circoscrizione e tantomeno i cittadini che attendono da anni un’inizio di recupero, una decisione che ci fa capire che non vi è alcuna intenzione di mantenere le promesse fatte, neanche  in questo caso, i cui lavori sarebbero stati a costo zero per il Comune!

Un’impostazione tantomeno poco accorta e del tutto fuori luogo, quando si parla mantenere le promesse che il Sindaco ha fatto ai cittadini.

Ma non finisce qui, perchè dopo le vicissitudini della bonifica del parco Nullo, l’inizio dei lavori, la sospensione da parte della Magistratura, il nuovo appalto e la promessa di inizio dei nuovi  lavori, a tutt’oggi non sono partiti! Ci sentiamo presi in giro, cittadini forse di seconda categoria, visto che in altre zone della città, vedi Via Odorici, al di là delle "acrobazie di Bilancio", come le definisce l’Assessore Labolani, rimangono spazi per altri interventi, sostenendone anche i costi. Potremmo continuare ad oltranza sulle opere promesse, tipo il recupero e la riqualificazione degli spazi pubblici aperti, recupero degli immobili privati, interventi in ambito sociale, etc…  che attendono da anni!

E’ giunta l’ora che il Sindaco chiarisca con urgenza e accetti un’interlocuzione con chi da tempo ha creduto e ha chiesto la  riqualificazione di Via Milano".

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI