Che cosa combinerà l’artista francese Julien Blaine in Piazza Loggia venerdì 16 alle 16?

0

Domani qualcosa accadrà in piazza Loggia: succede sempre qualcosa quando c’è di mezzo Julien Blaine. Il piacere del non sapere rimane, mentre è certo che la Fondazione Berardelli, dopo avergli dedicato nella primavera del 2008 la mostra antologica Favole e altre storie. Opere dal 1980 al 2007", oggi presenta "il Fabbro e il Boscaiolo",  naturale proseguimento della precedente personale realizzata negli spazi della Fondazione e allo stesso tempo della grande retrospettiva che il Museo Mac di Marsiglia ha dedicato a Blaine nel 2009. La mostra inaugura venerdì 16 novembre alle 18 alla Fondazione Berardelli, in via Milano 107, e rimarrà fino a gennaio 2013. 

Julien Blaine (Christian Poitevin) nasce in Francia a Rognac nel 1942. Comincia a interessarsi alle ricerche artistiche tra parola e immagine al principio degli anni 60. Fin dai suoi esordi si cimenta con diverse forme espressive: è poeta visuale e sonoro, mail artista, performer ma anche organizzatore di eventi, direttore di periodici e collane. La sua prima performance, intitolata “Reps elephant 306”, risale al 1962 ed è una sorta d’intervista agli elefanti del circo Franchi, a questa segue l’azione “Target poem” in cui coinvolge il pubblico presente. 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome