“D’importanza grande e d’eccezionale rarità”, pubblico delle grandi occasioni per l’inaugurazione della mostra

0

Pubblico delle grandi occasioni – ieri, dalle 17 – nella sala civica del Museo di Santa Giulia di Brescia. Nell’occasione, infatti, si è tenuta l’inaugurazione della mostra “d’importanza grande e d’eccezionale rarità” Collezioni d’arte applicata dei civici musei di Brescia. Un evento promosso e finanziato dall’associazione Amici dei Musei, presieduta dall’ambasciatore Antonio Benedetto Spada.

Il percorso espositivo, cura di Elena Lucchesi Ragni e Antonio Benedetto Spada, consente di ammirare esemplari di rara bellezza provenienti dalla civiche raccolte di arti applicate, la cui formazione si deve ai generosi lasciti di illuminati collezionisti e mecenati come Gabriele Scovolo, Paolo Tosio, Camillo Brozzoni e Leopardo Martinengo da Barco. Avori medievali, oreficerie sacre del Quattrocento, bronzetti rinascimentali, cammei di età neoclassica, il prezioso medagliere sono espressione di creatività artistica e di sapienza tecnica, oltre che testimonianze di storia del gusto. Per rarità, qualità e quantità degli esemplari, meritano particolare attenzione la serie delle maioliche “istoriate”, in grado di documentare l’attività dei maggiori centri ceramici italiani del Cinquecento, e il gruppo dei vetri di produzione muranese, straordinaria esemplificazione delle tecniche e delle tipologie dal XV al XVIII secolo. Gli “oggetti d’arte” selezionati per questa occasione, insieme ai molti altri conservati da alcuni anni nei depositi, costituiscono un patrimonio di straordinaria importanza che trova pochi confronti nei musei italiani. Il percorso si apre con il notevole gruppo in avorio ed ebano dello scultore tirolese Simon Troger, attivo nel Settecento per le principali case regnanti europee con opere altrettanto impressionanti per dimensioni, preziosità dei materiali e virtuosismo esecutivo.

A seguire, quindi, si è tenuta la presentazione del volume “Collezioni e collezionisti. Arti applicate dei civici musei d’arte e storia di Brescia”. Tra i relatori, oltre all’ambasciatore Spada, l’assessore alla Cultura del Comune Andrea Arcai, la soprintendente Giovanna Paolozzi Strozzi, la storica dell’arte vetraria Rosa Barovier Mentasti, lo storico dell’arte Marco Bona Castellotti e la responsabile delle collezioni d’arte dei civici musei Elena Lucchesi Ragni.

Comments

comments

LEAVE A REPLY