Loggia 2013, su Facebook impazza la parodia dei manifesti elettorali di Paroli

0

(a.t.) La campagna elettorale è già partita. Almeno quella di Adriano Paroli, che ha fatto affiggere in città decine e decine di manifesti contraddistinti dal segno “+” associato al nome del sindaco in carica e a una serie di parole chiave. Le reazioni polemiche non sono mancate. Ma c’è chi ha deciso di buttarla sul ridere pubblicando una pagina di Facebook – che per il momento conta circa 100 fan – in cui gli slogan di Paroli vengono parodiati. “Vi sentite creativi? Anche voi avete il voltastomaco leggendo false promesse politiche o p… colossali, aiutateci a rendere la politica più divertente e creiamo noi i nostri manifesti preferiti”, si legge in calce a un’immagine. “Più pranzi più carte di credito”, recita quindi un manifesto rifatto che fa chiaro riferimento alla vicenda, sollevata dal Pd, dei pranzi pagati dalla giunta con le carte di credito comunali. Oppure: “Più polenta più osei”, “Più kebab più grù”. Senza tralasciare un’immagine in cui i volti di Paroli, Arcai e Labolani sovrastano un bolide come nella locandina del film Fast & Furious. Non è noto, al momento, chi sia l’autore dell’iniziativa. Ma non si tratterebbe di un’intelligente campagna del Pd o di altre forze di opposizione, bensì della provocazione di un anonimo che ha deciso di far suo il celebre slogan anarchico ottocentesco: “Una risata vi seppellirà”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ma la campagna di affissioni di quale candidato paroli è? ce ne saranno più di uno che correranno per la loggia…….. + Paroli, appunto!

  2. Caspita che creatività! Non so se l’iniziativa è del PD, non credo, certamente è ben poco intelligente. Ironia e sarcasmo sono ben altra cosa.

  3. Io sono un’indecisa, nel senso che decido in base a quello che mi propongono, e devo dire che avendo votato Paroli alle ultime elezioni mi sono trovata veramente delusa. Pensavo fosse una svolta alla politica locale ed invece mi hanno promesso la luna e non hanno fatto nulla. Tante promesse….La cittadella dello sport, il cubo bianco, poi i casini con le mostre, le carte di credito ora le multe… Ci credo che la gente li tiri per il culo, che si aspettano?

LEAVE A REPLY