La Fondazione del Grande presenta la stagione gennaio-giugno: grandi nomi in arrivo

0

Indirizzata verso un pubblico trasversale per gusti ed età, la proposta di spettacolo che la Fondazione del Teatro Grande ha programmato per la prima metà del 2013 è incentrata su alcuni dei grandi nomi della scena contemporanea (Sir Antonio Pappano, Jérôme Bel, Andrei Gavrilov, Joëlle Bouvier), della storia musicale (Luciano Berio, Philip Glass), della musica pop come i Baustelle e della scena musicale bresciana come Mauro Montalbetti.

Per il 2013 viene ripresa anche l’iniziativa TeatroGrandeCard realizzata in collaborazione con Ubi Banco di Brescia. La TeatroGrandeCard per il 2013 è acquistabile in Biglietteria dal 6 dicembre 2012 ed è a tutti gli effetti un abbonamento aperto per la Stagione 2013 che dà diritto al 15% di sconto sui biglietti (sconto riferito alla tipologia di appartenenza), a sconti al Caffè del Teatro Grande Berlucchi, oltre alle numerose agevolazioni ed esclusive inerenti l’attività del Teatro. Sempre dal 6 dicembre 2012 in Biglietteria potranno inoltre essere rinnovate per il 2013 le Card del 2012. L’obiettivo primario della TeatroGrandeCard è quello di fidelizzare lo spettatore che avrà con questa Card la possibilità di costruire in estrema libertà il proprio palinsesto di spettacoli e partecipare da protagonista all’attività del Teatro. Grazie alla collaborazione con Ubi Banco di Brescia è stato possibile inoltre associare alla TeatroGrandeCard tutte le funzionalità della Carta Enjoy-TeatroGrande Brescia, dandole quindi anche il valore aggiunto di una carta di credito prepagata ricaricabile senza spese di attivazione e gestione.

Gli appuntamenti della Stagione gennaio-giugno 2013 si distribuiranno come di consueto nei diversi spazi del Teatro: l’elegante atmosfera della Sala Grande per i grandi eventi e l’ambiente più raccolto del Ridotto per concerti di musica, classica e contemporanea, e incontri con il pubblico.

Il primo appuntamento in Sala Grande sarà con la grande danza sabato 12 gennaio alle 21.00 con Romeo e Giulietta interpretato dal Ballet du Grand Théâtre de Genève. Le coreografie dello spettacolo portano la firma di Joëlle Bouvier – regina indiscussa della “nouvelle danse” francese – che ha ideato una singolare rivisitazione dello spettacolo classico scegliendo di non collocare la storia di Romeo e Giulietta in un’epoca precisa, ma rimanendo il più possibile in una dimensione atemporale per trasmettere il messaggio della leggenda senza tempo dei due celebri amanti. Coadiuvata dall’elegante scenografia di Rémi Nicolas e Jacqueline Bosson – un altipiano/scivolo che permette due livelli di azione e che all’occorrenza si trasforma in balcone – e dall’interpretazione puntuale dei venti danzatori del Balletto di Ginevra, Joëlle Bouvier costruisce una danza che parla allo spettatore e va diritta al cuore.

Martedì 18 gennaio alle 21.00 salirà sul palco del Teatro Grande di Brescia un mito della scuola pianistica russa che manca da Brescia dal 1987: Andrei Gavrilov è considerato dalla critica internazionale un’icona del virtuosismo pianistico, uno dei più grandi pianisti oggi in attività. Nella Stagione 2013 della Fondazione del Teatro Grande il Maestro Gavrilov si esibirà in alcune delle pagine più belle di Chopin e Prokofiev proponendo al pubblico un concerto di eccezionale qualità.

Dopo il Teatro Massimo di Palermo, il Romolo Valli, il Sociale di Mantova, il Carlo Felice di Bari, La Fenice di Venezia e il Teatro Comunale di Bolzano, sarà il Teatro Grande di Brescia ad organizzare il 23 febbraio alle ore 21.00 il Galà di Danza,una serata per la consegna dei Premi Danza&Danza. L’evento porterà a Brescia le eccellenze del panorama italiano e internazionale, superstar e giovani promesse che hanno ricevuto il plauso della prestigiosa giuria esibendosi sui palcoscenici italiani ed esteri nelle ultime due stagioni.

Nel mese di marzo i Baustelle, gruppo musicale indie rock italiano composto da Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini porteranno al Teatro Grande i lavori racchiusi nel loro ultimo album Fantasma che, ancora prima dell’uscita discografica, il gruppo sta già promuovendo tramite youtube con una serie di video teaser dal carattere horror e noir finalizzati ad accrescere l’emozione dell’attesa.

Come già annunciato nei mesi scorsi, il concerto del 17 marzo sarà uno degli eventi di punta del cartellone 2013: il Maestro Pappano, star mondiale della musica, sarà per la prima volta a Brescia. Il pubblico lo vedrà alla guida dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, una delle più affermate compagini orchestrali degli ultimi anni; il programma del concerto prevede In the South di Elgar, Le Poéme de l’Amour et de la Mer di Chausson e la Sinfonia n. 6 "Patetica" di Čajkovskij. Dopo i grandi direttori che si sono susseguiti nelle ultime Stagioni (ricordiamo Claudio Abbado, Zhang Xian e Yuri Temirkanov), la Fondazione del Teatro Grande porta quindi sul palcoscenico del Massimo cittadino un altro straordinario artista la cui fama ha raggiunto ogni continente anche per l’apertura verso differenti generi musicali, ma soprattutto per la sua estrema popolarità e per la vicinanza al suo pubblico.

Nel cartellone della Stagione gennaio-giugno 2013 è prevista per martedì 19 marzo alle ore 21.00 l’anteprima italiana dello spettacolo Disabled Theater di Jérôme Bel e Theater Hora. Lo spettacolo nasce dall’invito al coreografo francese a dirigere la compagnia di attori disabili del Theater Hora di Zurigo. Una traduttrice al lato della scena presenta la compagnia composta da undici attori con diversi tipi di disabilità, dalla sindrome di Down all’assenza di memoria, descrivendo le azioni che Bel ha richiesto agli attori di fare e che questi prontamente eseguono: un minuto di silenzio di fronte al pubblico, dire i propri nomi, cognome, età e professione, raccontare la propria disabilità, preparare un assolo su una musica a propria scelta, esprimere un’opinione sulle coreografie appena viste. Disabled Theater è un lavoro che esce dai confini definiti dei generi, ma che nella sua particolarità diverte ed emoziona il pubblico. Un esempio del teatro sperimentale ed esigente di Jérôme Bel, che ha fatto di lui un maestro della scena contemporanea odierna.
Nel Ridotto del Teatro Grande la Stagione prevede due appuntamenti con l’Ensemble Sentieri selvaggi: Folk Songs, celeberrima composizione musicale, in calendario martedì 6 febbraio alle 21.00, sarà un concerto dedicato alla musica di Luciano Berio. Oltre all’ensemble Sentieri selvaggi diretto da Carlo Boccadoro si esibirà anche come voce solista una delle più talentuose voci italiane, Cristina Zavalloni. Nello spettacolo Metamorfosi, in programma per domenica 14 aprile alle ore 21.00, Sentieri selvaggi ripercorrerà le composizioni di Philip Glass, uno dei più rappresentativi compositori contemporanei americani.

Sempre nel Ridotto tornerà la Stagione dell’Ensemble del Teatro Grande coordinata da Sandro Laffranchini, primo violoncello del Teatro alla Scala di Milano. Il programma dei concerti e le date sono in via di definizione, ma l’Ensemble del Teatro Grande continuerà ad esibirsi nei concerti della domenica mattina che il pubblico ha particolarmente apprezzato e che recuperano una antica tradizione del Teatro Grande.
Riprenderanno anche le Conversazioni al Grande con alcuni dei protagonisti del panorama culturale italiano che s’interrogheranno sul tema del “futuro”. In questa Stagione di Conversazioni si darà ampio spazio anche ad alcuni esponenti del territorio bresciano per ragionare, discutere e riflettere sui nuovi scenari della società contemporanea e per esplorare le novità della scena editoriale.
Per la prima volta la Fondazione del Teatro Grande porta la sua Stagione fuori dalle mura del Massimo cittadino per approdare al Teatro Centro Lucia di Botticino con una tre giorni dedicata alla giovane scena contemporanea. Il progetto Grande al cubo si svolgerà dal 5 al 7 aprile e proporrà al pubblico alcune delle più interessanti proposte della scena coreografica e performativa italiana come quelle inserite nel Progetto RIC.CI (ideato dalla critica Marinella Guatterini) che punta a recuperare le più significative, o riuscite, coreografie del periodo che va dall’inizio degli anni Ottanta sino agli inizi degli anni Novanta, producendo spettacoli che vedano protagonisti giovani interpreti italiani.

La Fondazione del Teatro Grande continua inoltre il “Progetto Infanzia”, percorso di ampliamento dell’offerta culturale per i più piccoli: nei giorni 29 e 30 gennaio alle 9.00 e alle 11.00 la compagnia Teatro Sotterraneo porterà in scena La Repubblica dei Bambini (Eolo Award 2012), uno spettacolo per bambini della scuola primaria che si propone di ricreare, con l’aiuto dei piccoli spettatori, una Nazione in miniatura cercando di trasmettere i principi base del concetto di “repubblica”. Un gioco leggero e coinvolgente per trasmettere ai più piccolo l’ABC della democrazia.

Nei giorni 18 e 19 aprile alle ore 10.00 (recite per le scuole) e 20 aprile alle ore 16.00 la Fondazione del Teatro Grande, con la collaborazione di Mus-e Brescia Onlus, riallestisce per il pubblico delle scuole una nuova versione dell’opera per bambini Brimborium!, una favola per musica scritta dal compositore bresciano Mauro Montalbetti. Una produzione importante che, nella sua prima versione presentata la scorsa estate a Montepulciano, ha già riscosso ampi apprezzamenti di pubblico e critica. Il valore di questa produzione per il mondo dell’infanzia risiede anche nell’aver coinvolto un centinaio di bambini nella produzione dello spettacolo. Il Maestro Carlo Boccadoro sarà la bacchetta che guiderà l’Aura Ensemble sulle musiche di Montalbetti.

Nel 2013 continuano anche le collaborazioni con le realtà emblematiche del territorio. Dopo il grande successo degli incontri 2011 e 2012, riprenderanno I Concerti del Conservatorio che vedranno impegnati i migliori studenti del Conservatorio L. Marenzio di Brescia in quattro concerti nel Ridotto del Teatro: il 5 e il 12 maggio alle ore 11.00 e il 20 e il 27 maggio alle ore 18.30.

Dedicata alle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di Gabriele D’Annunzio, Serata Dannunziana, in primavera, sarà a cura e con la partecipazione di Renato Borsoni.
Altre importanti collaborazioni saranno quelle con il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo per il Progetto Giovani con Uto Ughi che da ormai tre anni avvicina i ragazzi alla musica classica fornendo loro gli strumenti migliori per comprenderla.
In collaborazione con l’Associazione Diplomati Master di Università e Impresa di Brescia nei giorni 1, 2 e 3 febbraio verrà realizzato il laboratorio di scrittura creativa Scrivere di Sé organizzato dalla Scuola Holden di Torino, un laboratorio che condurrà i partecipanti lungo un itinerario che tocca i diversi modi di “scriversi”, ragionando sul gesto dell’autobiografia, sulle possibili tipologie di narrazione della vita di una persona.

Tutti i biglietti della Stagione gennaio-giugno 2013 saranno in vendita on line sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it e in Biglietteria da martedì 11 dicembre 2012.
I possessori della TeatroGrandeCard avranno la possibilità di acquistare in prelazione i biglietti della Stagione gennaio-giugno 2013 presentando la propria TeatroGrandeCard presso la Biglietteria del Teatro Grande nei giorni 6, 7 e 8 dicembre (si ricordano gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00).

Sul sito teatrogrande.it saranno resi disponibili in tempo reale gli aggiornamenti sulla programmazione della Stagione e sull’attività del Teatro.

Comments

comments

LEAVE A REPLY