Polveri sottili da record anche a Natale nel Bresciano

0

Non è bastata la pioggia (e nemmeno il Natale) a ripulire l’aria della Leonessa. A dirlo, impietosamente, sono le centraline Arpa dislocate nel territorio provinciale che hanno restituito anche per il 25 dicembre valori decisamente alti di inquinanti e polveri sottili. Al Broletto, infatti, si è arrivati a 99 microgrammi per metro cubo di pm10, mentre al Villaggio Sereno si è raggiunta quota 88. Per quanto riguarda la provincia il record (negativo) spetta a Sarezzo (96). A seguire Rezzato (79) e Odolo (72).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se ne devono andare prima di rovinare tutto mettendo a rischio la nostra salute. In questo caso le responsabilitè sono del tutto evidenti. Per anni hanno giocato a fare gli assessori sulla nostra pelle.

  2. Invece di mettere la fotografia del tubo di scappamento di un’automobile, perché non mettete quella di un camino dell’inceneritore? Cioè di quell’infernale fabbrica di inquinanti che, ipocritamente, vien chiamato termovalorizzatore! Non si ha nemmeno il coraggio di chiamarlo con il suo nome.

  3. Come al solito succede…NESSUNO l’ha commissionato, NESSUNO l’ha costruito e NESSUNO lo gestisce. Tutti contro tutti!!! E nel frattempo ci riempiono di fesserie sull’aria inquinata di Brescia…
    Che sia inquinata lo si sà da tanto tempo ma è più comodo scaricare il barile addosso alle autovetture!!!
    Quan do i CONTROLLATI e i CONTROLLORI sono la stessa persona sarà sempre impossibile dare colpe a questo fantomatico Termoutilizzatore…
    Abbiano almeno a chiamarlo con il proprio nome e cioè INCENERITORE…e nulla più!!!
    Meditiamo… e vergognamoci dei politici precedenti e attuali che si riempiono la bocca di paroloni senza neppur sapere di cosa parlano!!!
    Riprendi amoci la NOSTRA Brescia!!!

LEAVE A REPLY