Formigoni rivuole Parolini, ma Berlusconi dice no alle ricandidature

5

Niente più simpatia per Albertini: cambia opinione Roberto Formigoni, governatore uscente, e ripone le sue speranze in altri per "occupare" quei sei posti che gli sarebbero stati garantiti per tornare a pieno regime nel Pdl. E tra questi nomi spunta quello del bresciano Mauro Parolini, anche se la sua ricandidatura dovrà avere l’ok del direttivo Pdl di lunedì pomeriggio. Il principale ostacolo è il volere di Berlusconi che, sulle liste regionali, ha deciso che nessun consigliere debba essere ricandidato. Un ostacolo che si metterà davanti non solo a Parolini, ma anche alla Peroni. Come riporta il Bresciaoggi chi si può giocare il tutto per tutto sono Alberto Cavalli, l’ex presidente della provincia, Paolo Mantelli, Bruno Bettinsoli e Mattia Margaroli. Tra le donne Anna Rivadossi, presidente di Terre di Lombardia, e Tiziana Ippolito (leader dei giovani) mentre non si candiderà Maria Chiara Fornasari impegnata nelle amministrative di Brescia. 

Comments

comments

5 COMMENTS

  1. Due pilastri prandiniani, come Galperti e la Peroni potrebbero, dopo soli trent’anni di politica attiva, non trovare spazio nelle Istituzioni che contano. Siamo rammaricati, ma ci consoleremo con facce nuove come Mantelli, Cavalli e Bettinsoli.

  2. Caro siamo seri, penso che la cosa sia più seria di quanto tu creda! Mattia Margaroli è un giovane politico, ma penso che l’Italia intera, e non solamente la regione Lombardia abbia bisogno di più persone come il NOSTRO Mattia! Sempre vicino alla gente, sempre pronto ad ascoltare, a pensare e ad AGIRE, dopo 5 anni di consigliere circoscrizionale e 5 anni di presidente della circoscrizione ovest, saprà cavarsela splendidamente anche in regione, mostrando a tutti (lei compreso) il suo valore! E non dimentichi caro ”siamo seri”, SCRIVA MARGAROLI!

LEAVE A REPLY