Quadrini, candidato alla Camera, mette in stand-by l’appoggio a Paroli

0

(a.c.) Il segretario provinciale dell’Udc è pronto ad affrontare la campagna elettorale per approdare in Parlamento, a sostegno della candidatura di Mario Monti. Allo stesso tempo sembra voler prendere tempo su un possibile appoggio della ricandidatura di Paroli, messa in stand-by almeno fino a dopo le politiche.

Il candidato dell’Udc sarà inserito come secondo nella lista Lombardia 2, una posizione blindata che lo proietta in un ruolo di primo piano nella corsa romana, in appoggio al programma europeista, riformatore, basato su risanamento dei conti pubblici (con l’obiettivo della crescita) del senatore Mario Monti.

E a Brescia? Quadrini sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane:

 «La partita locale chiaramente subirà dei condizionamenti. Non possiamo non vederli. Ma sono condizionamenti che esistono da più parti. Non facciamo finta di non sapere che abbiamo concorso ad una amministrazione locale nella quale siamo impegnati. Ma la ricomposizione dell’asse Pdl-Lega rischia di spostare qui l’asse su una deriva populista con qualche problema per la città. Il passaggio nazionale e regionale ci servirà anche per fare qualche ragionamento in vista della partita sulla Loggia. Temiamo una escalation negativa della campagna elettorale. Per questo il cittadino deve chiedersi se vuole un paese che sa essere governato e vuole raccogliere le sfide o se si vuole ricadere nei rischi degli ultimi anni. Ma non è tattica: deriva dall’accelerazione della crisi e dal rimescolamento degli schieramenti che si giocheranno la partita nazionale».

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Sempre sorridenti questi ex-post-neo democristiani. Chissà dov’erano quando i conti pubblici andavano a picco, il debito pubblico partiva in orbita, non si facevano riforme strutturali, l’Europa ci metteva all’angolo e si avvicinava aapssi veloci la recessione. Adesso sono riformisti, risanatori, europeisti, orientati alla crescita. La memoria storica non esiste e si può sempre ripartire da zero mettendosi in testa un cappello nuovo. Tutti da archiviare, con le buone o le meno buone. La partita locale subirà dei condizionamenti ? Ecco, bravi, i cittadini di Brescia staranno tutti per giorni col fiato sospeso aspettando con ansia che Quadrini…trovi la quadratura.

  2. A Quadrini manca l’ultima figurina (essere deputato) per completare l’album. A Brescia l’UDC è stata un DPW (dead party walking) per 5 anni…. ditemi un motivo per un elettore dovrebbe votarla.

  3. Sicuramente Quadrini avrà il mio voto, persona sempre impegnata a sostegno della realtà Bresciana nel suo ruolo di consigliere regionale. Sbraita e promette meno di altri vedi i leghisti con la caccia, ma lavora sul campo molto più di loro per i temi cari ai bresciani.

LEAVE A REPLY