Anno nuovo, proposte nuove da Brescia Musei

0

E’ partito alla grande il nuovo anno di appuntamenti organizzati da Brescia Musei. Ecco i prossimi tre.

Giovedì 24 gennaio, ore 17.00 Sala conferenze del Museo di Santa Giulia, via Piamarta 4
LA BATTAGLIA NELL’ARTE: DIPINTI E INCISIONI DELLA PINACOTECA TOSIO MARTINENGO
NUOVE RICERCHE
Compito di un Museo dinamico e moderno è anche promuovere studi e analisi sul proprio patrimonio, coinvolgendo studiosi ed esperti. Dall’attività di ricerca possono emergere nuove letture o inedite scoperte.
E’ il caso delle indagini condotte sui materiali della Pinacoteca Civica da Filippo Piazza, giovane ricercatore e relatore dell’incontro.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Sabato 26 gennaio, ore 15.30 Biglietteria del Museo di Santa Giulia
CHI HA LASCIATO QUESTE IMPRONTE?
Riprendono con il nuovo anno le attività dedicate alle famiglie.
Strani segni compaiono sulla sabbia, sembrano impronte…chi le avrà lasciate?
Dopo un momento di osservazione e scoperta, si sperimentano le diverse possibilità di tracce e impronte lasciate da oggetti e strumenti diversi sulla malleabile superficie dell’argilla.
Il percorso si conclude nelle sale del Museo alla ricerca degli animali raffigurati nelle opere antiche.
Possono partecipare bambini dai 5 agli 11 anni accompagnati da famigliari o adulti, con prenotazione obbligatoria allo 030/2977834 o santagiulia@bresciamusei.com
COSTO € 6 a partecipante.

Mercoledì 30 gennaio, ore 17.00, Sala conferenze del Museo di Santa Giulia, via Piamarta 4
FORMAZIONE AL CONTEMPORANEO
Con questo primo appuntamento, inizia una serie di brillanti incontri con varie personalità del mondo dell’arte contemporanea che offrono l’opportunità di conoscere lati inediti della creazione artistica attuale.
I primi ad intervenire saranno Stella Scala e Simeone Crispino, coppia di artisti noti come Vedovamazzei, attivi a Milano dai primi anni Novanta.
Il loro lavoro è basato sull’utilizzo di linguaggi espressivi diversi, quali il video, l’installazione ambientale, la scultura oggettuale, la fotografia, la manipolazione di vegetali e l’intervento su altri elementi naturali. Il loro lavoro riflette la necessità di guardare oltre le apparenze, soffermandosi sull’origine iconografica degli oggetti e sul loro significato simbolico, per sollecitare una riflessione sull’insensata rigidità delle convenzioni nella società attuale.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per informazioni
CUP Museo di Santa Giulia
tel. 030.2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com
www.bresciamusei.com

Comments

comments

LEAVE A REPLY