Luca Feroldi (Albertini): famiglia, ambiente e lavoro i temi prioritari

1

Famiglia, ambiente, lavoro. Sono questi i temi messi al centro del proprio programma da Luca Feroldi, candidato al consiglio regionale per la Lista Lombardia civica – Albertini Presidente. È quanto si apprende in una nota diffusa in data odierna. "Sono questi i temi – continua Feroldi- che ritengo prioritari per il nostro Paese e per la nostra Regione e su queste tematiche approfondirò il dibattito ed il confronto in questa campagna elettorale per elaborare proposte concrete e risolutive, oltre a quelle già presenti nel nostro programma elettorale che si può consultare sul sito www.lucaferoldi.it. Tematiche di fondamentale importanza che rappresentano, altresì, aspetti valoriali che contraddistinguono un’azione politica e programmatica. La famiglia, come nucleo naturale e fondamentale della società. La famiglia come principale agenzia educativa. La famiglia come comunità domestica inserita in una comunità regionale e nazionale. In tal senso, molte possono essere le politiche attive in favore ed a sostegno della famiglia, sia di natura incentivante per le giovani coppie (tra le altre cose, per l’acquisto della prima casa, gli asili nido, ecc.), sia di alleggerimento fiscale per le famiglie numerose. L’ambiente – prosegue Feroldi – come risorsa inestimabile, da conservare preziosamente e tramandare indenne alle nuove generazioni. Una rivoluzione culturale che, a partire dalle scuole primarie, maturi nelle nuove generazioni una consapevolezza di rispetto dell’ambiente e dell’elemento naturale. La nostra provincia e la nostra città non possono permettersi di rimandare ulteriormente importanti interventi di bonifica di vaste aree del proprio territorio inquinate dai residui industriali. Il lavoro, infine – conclude Feroldi – come momento di pieno sviluppo della persona umana. I dati sulla disoccupazione giovanile e quella degli over 40 sono, per la prima volta, molto allarmanti anche nella nostra regione. La tendenza va invertita, la Lombardia deve ritornare ad essere modello di sviluppo e motore dell’economia nazionale ed europea.  In primis, liberando e stimolando quelle energie positive, curiose di futuro, che sono l’imprenditoria giovanile e quella che punta su ricerca ed innovazione".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Partiamo dal capo. Famiglia: quella nuova o quella vecchia? Lavoro: quando ha lavorato? Ambiente: non l’ho mai sentito nemmeno parlarne in quarant’anni che fa politica.

LEAVE A REPLY