Brasile, bresciano accusato di essere mandante di un duplice omicidio a Fortaleza

0

(a.c.) 28enne originario di Montichiari, Massimiliano Tosoni in Brasile si è trasferito presto, dopo che per alcuni anni si è dato da fare in Italia come rapinatore di banche. Ciò per cui è ricercato ora però è molto più grave: duplice assassinio.

I fatti risalgono al pomeriggio di giovedì. Tosoni si è incontrato con un altro italiano, Andrea Macchelli, 48 anni, originario di Modena, di professione affittacamere a Fortaleza, accompagnato da Hedley Lincoln dos Santos Farias, 25 anni, funzionario di un’agenzia di cambio, portato da Macchelli come testimone di una transazione tra i due italiani. In ballo ci sarebbero circa 20mila euro, e l’affare prevedeva lo scambio in moneta locale. Le premesse che qualcosa potesse andare storto c’erano tutte, il che è dimostrato dal fatto che Tosoni ha portato con sé all’appuntamento tre ragazzini brasiliani (un 14enne e due 15enni), facendoli nascondere in un bagno prima del momento opportuno. 

Quello che è successo durante la "trattativa" non si sa ancora, ciò che è sicuro è che Macchelli e Lincoln dos Santos sono stati trovati ammanettati e sgozzati, in un lago di sangue. 

Dopo l’omicidio Tosoni si sarebbe dato alla fuga a bordo di un’auto, finita poi fuori strada. In seguito all’incidente i tre ragazzini brasiliani, forse gli esecutori materiali dell’assassinio, sono stati catturati dalla polizia. Ancora nessuna notizia del fuggiasco bresciano.  

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY