Brescia, Nichi Vendola alla Camera di Commercio: “Se vince l’ingovernabilità torna la palude”

3

Ne aveva per tutti Nichi Vendola, ma soprattutto per Berlusconi. Ieri a Brescia, all’auditorium della Camera di Commercio, ha accusato Berlusconi di volere solo che la sinistra non abbia una vittoria piena, così come Monti. "Se vince l’ingovernabilità torna la palude. Se torna la palude tornano tutti i vecchi fantasmi del passato, torna il "caimano" soprattutto, in qualunque forma, purché possa mettere al riparo, usando la vita pubblica in maniera inappropriata, i propri interessi privati, come ha sempre fatto" ha dichiarato il leader di Sel. Come riporta il Corriere Vendola dà piena approvazione all’esibizione di Crozza a Sanremo "Crozza ha preso in giro tutti gli altri protagonisti della vita pubblica. Fortunatamente, di fronte all’immagine di questa volgarità infinita dell’Italia berlusconiana, c’è stata un’Italia differente, migliore: non solo quella di Maurizio Crozza e di Fabio Fazio, ma quella del pubblico che fortunatamente ha isolato i provocatori e ha deciso che lo spettacolo non dovesse essere quello dell’indecenza".

Comments

comments

3 COMMENTS

  1. Vendola, da politico navigato, sa già che il sistema elettorale vigente più la necessità di coalizioni assai ampie e variegate consegnerà al Paese un alto tasso di ingovernabilità. Non buone notizie, come già si sa, con la prostettiva di tornare tra sei mesi nuovamnete al voto.

  2. L’amico Vendola può raccontare quello che vuole, ma la Carta d’Intenti che ha sottoscritto gli lega mani e piedi: Bersani ha vinto le primarie e Bersani deciderà (ha già deciso) tutto, a partire dall’accettazione delle micidiali imposizioni della troika europea. Chi ritiene che la cura Monti sia l’orizzonte giusto, si accomodi e voti pure Vendola o Bersani. Per gli altri, c’è il vero voto utile: quello che serve a contrastare la definitiva rovina ed il suicidio dell’Italia.

LEAVE A REPLY