Spacciavano ai ragazzini e le famiglie li hanno denunciati. In manette tre marocchini

0

Arrestati tre marocchini residenti tra Corzano e Pompiano accusati di spaccio. Le indagini dei carabinieri di Orzinuovi sono iniziate mesi fa quando i familiari di una ventina di ragazzi si sono rivolti ai militari perché prendessero provvedimenti nei confronti dei tre magrebini visto che questio spacciavano alla luce del sole, anche in piazza. Il metodo era semplice. O venivano contattati per telefono o si facevano trovare da qualche paese in paese. I loro clienti? Tutti giovanissimi, tra i 15 e i 16 anni. In qualche mese i tre sono riusciti a vendere centinaia di dosi, ma dopo il fermo di giovedì e la convalida di sabato, ora il business si è chiuso.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Hai ragione, spacciare è un lavoro pericoloso e faticoso, quindi gli imprenditori (spesso italiani) del settore ricorrono a mano d’opera straniera, come nei cantieri edili; d’altronde la Legge li favorisce, con il proibizionismo, con il mantenimento in clandestinità forzata e conseguente impossibilità di vivere regolarmente di molti stranieri.

  2. uno scapaccione anche ai nostri ragazzini (italiani o stranieri che siano) lo vogliamo dare? e forte anche. sempre colpa degli altri…..

  3. proibizionismo?
    dro ghe libere?
    guarda, mi piacerebbe vederti mentre attraversi sulle strisce pedonali, e un simpaticone in auto che si è appena fatto una canna (dopo la liberalizzazione delle droghe leggere e la fine del tanto odiato proibizionismo) in tutta libertà e legalità ti stira il fondo dei pantaloni.
    sono sicuro che lo vorresti condannare all’ergastolo.
    o mi sbaglio? saresti indulgente?

LEAVE A REPLY