Franciacorta, i comitati “no pesticidi” danno battaglia: ci vogliono regole più chiare

0

I comitati, le liste civiche e le associazioni aderenti alla campagna contro l’uso di pesticidi in Franciacorta, stanno distribuendo in questi giorni 100 copie degli atti del convegno "Pesticidi e Salute" organizzato ad ottobre 2012 al monastero di S.Pietro in Lamosa a Provaglio. Ogni sindaco riceverà nei prossimi giorni una copia degli "atti" accompagnata da una lettera in cui si chiede agli amministratori di prendere posizione a favore della 4 proposte avanzate nel settembre scorso dai gruppi aderenti alla campagna no pesticidi in Franciacorta. (vedi lettera allegata)

 

Altre copie arriveranno in ogni biblioteca del territorio con esplicita richiesta di mettere a disposizione della cittadinanza e dei lettori gli "atti" e sollecitare l’approfondimento su un tema affatto conosciuto come l’inquinamento derivate dalle produzioni agricole "industrializzate". Tutto questo avviene in un momento particolarmente delicato: si sta infatti chiudendo la "partita" legata al nuovo regolamento sull’uso sostenibile dei fitofarmaci voluto dal Consorzio dei Vini e, pur dovendo registrare dei piccoli passi avanti come il divieto imposto ai pesticidi molto tossici e tossici (T+ e T), l’ultima bozza pervenuta ai comuni è ancora molto debole e incapace di garantire la tutela della salute pubblica dei cittadini franciacortini. A breve i comitati verranno chiamati ad un ultimo confronto prima dell’approvazione definitiva dei consigli comunali. Auscpichiamo che in quella sede vengano prese in seria considerazione le proposte che arrivano dalla cittadinanza e dagli organismi sanitari territoriali. Se così non sarà la nostra azione continuerà anche dopo l’approvazione del regolamento.

Comments

comments

LEAVE A REPLY