Metrobus, Labolani: “Sono fiero di essere stato parte di questa grande opera”

6
Bsnews whatsapp

“Domani, sabato 2 marzo, Brescia sarà ancora più vicina, dinamica e pronta alle sfide del futuro”. Queste le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Brescia Mario Labolani alla vigilia dell’inaugurazione del Metrobus. “Sarà fruibile in tutta sicurezza, semplicità ed ecologia dal suo cuore antico ai quartieri più periferici: grazie alla metropolitana leggera la nostra città inaugurerà una nuova frontiera del trasporto e sarà per tutti, dagli anziani agli studenti, dai professionisti al turista, ancor più uno spazio urbano da vivere, frequentare ed amare – e continua -. Ho seguito da vicino ogni fase dei lunghi e complessi lavori che hanno accompagnato questa splendida e grande avventura, un’opera che oggi è guardata a ragione con curiosità ed ammirazione dagli altri Comuni italiani come da molte realtà straniere. Le difficoltà non sono state poche e ancor più complesso è stato far in modo che i cantieri gravassero il meno possibile sul quotidiano dei bresciani, che tessuto viabilistico e commerciale ne risentissero solo per lo stretto necessario. Sono stati anni di diuturni sopralluoghi, perizie, studi e decisioni, ma finalmente il risultato è tangibile e pronto a dare frutti. Abbiamo lavorato a lungo e con grande dedizione affinché tutto proseguisse con celerità ma senza concedere il seppur minimo scarto ad eventuali difetti strutturali e funzionali ma, soprattutto, senza sminuire o “passar sopra” agli aspetti storici della nostra città (salvaguardandone ed integrandone i ritrovamenti), funzionali (mitigando i disagi e mantenendo alto lo standard dei servizi, mettendo in sicurezza od offrendo puntualmente alternative), d’impatto urbano (studiando le stazioni perché fossero qualcosa di più che soffocanti punti d’accesso ai mezzi, ma spazi vivibili, eleganti e luminosi, per progettare i quali abbiamo coinvolto anche tanti giovani bresciani, ben sapendo che sono destinate a divenire uno dei punti di riferimento per tanti quartieri cittadini)”. “E se qualche sera abbiamo fatto le ore piccole posso ora dire che ne è valsa davvero la pena – conclude Labolani – Brescia conoscerà un modo nuovo, maturo, integrato ed intelligente di spostarsi, ne beneficerà il centro (non più preso d’assalto dalle auto), l’ambiente, il commercio, la tranquillità di chi deve raggiungere il luogo di lavoro, l’università o l’ospedale, e non solo perché al riparo dal caldo dell’estate o dai rigori dell’inverno, ma anche perché conscio di usare un mezzo green, economico e sempre pratico. Sono fiero di essere stato parte di tutto questo e non vedo l’ora che i miei concittadini possano scoprire ed apprezzare a pieno quanto Brescia, grazie alla metro, potrà ancora crescere”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

6 COMMENTI

  1. In effetti senza il grande Labolani come avrebbero fatto tante inaugurazioni? Indispensabile nei momenti cruciali. Veramente grande, grande…..

  2. Bel messaggio. Personalmente, resto sempre in attesa del budget previsionale economico-finanziari o di Brescia Metro, la controllata pubblico-privata di Brescia Mobilità, chiamata a gestire l’infrastruttura in deroga all’iniziale previsione che scaricava sul costruttore i costi iniziale della gestione. Così, giusto per dire ai cittadini con quali "numeri" ci ritroveremo tra due anni, cioè alla scadenza del primo mandato gestionale. Labolani, per favore, chiami Prignachi perchè chiami Fermi e ci dica qualcosa. Grazie.

  3. Ma sta parlando lo stesso Labolani che partecipava con me alle riunioni semiclandestine nella sede della Lega con l’allora giovane segretaria Bordonali , insieme ad un altra decina di rappresentati di tutti coloro che si opponevano alla metropolitana? Lo stesso Labolani che studiava con noi ogni metodo lecito per impedire che si facesse la metro a Brescia ? Ditemi che sto sognando ? Va bene che questo paese non ha memoria ma sfruttare un opera fortemente voluta da altri a scopo di campagna elettorale è veramente degno di tali personaggi. Io almeno non ho cambiato idea. Ma c’è un giornalista in questa città che ricordi a Labolani queste cose o serve che lo ricordi io cosa succedeva in quelle lunghe serate nella sede della Lega ?

  4. lo stesso Labolani che ha speso centinaia di migliaia di NOSTRI EURO nella pensilina e nel progetto ( per fortuna mai realizzato) del cubo bianco ???

  5. bravo labolani, senza di te la metro non la facevano…. dai che tra un mese ci son le elezioni e i bresciani ti rivoteranno di sicuro. ma mi faccia il piacere

RISPONDI