Sul Web impazza la “Planking-mania” e contagia anche i bresciani

0

(E.Bentivoglio) Che il Planking sia la moda del momento lo si capisce dalle centinaia di migliaia di video e fotografie apparse in questi ultimi mesi su internet, e in generale sulle pagine dei social network. Una moda, che dall’Australia ha attraversato tutto il globo e ora è giunta fino a Brescia. Ma in cosa consiste davvero il planking? Wikipedia la definisce come “l’attività del distendersi faccia a terra in una località strana o improbabile con le mani distese lungo i fianchi per poi essere fotografati”. Venire fotografati durante l’azione e postare l’immagine su internet è infatte parte integrante del gioco. La sfida sta nel trovare la località più particolare e originale in cui giocare. Il termine "planking" significa "imitare un tavolato in legno". Mantenere la rigidità del corpo è un’altra delle caratteristiche essenziali del gioco. Dall’inizio del 2011 molti dei partecipanti al gioco si sono fatti fotografare sopra pali, tetti e veicoli. Ma il planking può constare anche nel distendersi semplicemente su una superficie piatta, o mantenere il corpo orizzontale pur essendo sostenuti solo in alcuni punti del corpo mentre altre zone sono sospese nel nulla. Come è facile intuire, questa moda ha contagiato in particolare i giovani e i giovanissimi di tutto il mondo, bresciani compresi, che su Facebook e Twitter hanno già iniziato a postare i propri “planking” nostrani. Il gioco orizzontale però non è tutto divertimento e adrenalina, ma ha già causato le sue prime vittime. La scelta più originale dove distendersi e farsi fotografare spesso è anche la più pericolosa per l’incolumità del protagonista. Le fotografie su cornicioni di palazzi, rotaie del treno e oggetti appuntiti ne sono la prova. Occhio quindi a dove vi sdraiate, il gioco è divertente ma la vita vale molto di più di un secondo di gloria sul web.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome