Mobilità sostenibile, grazie al progetto “Panta rei – tutto scorre” la si insegna ad aziende e lavoratori

0

"Panta rei- tutto scorre" è un progetto in realizzazione grazie al contributo della Regione Lombardia – Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione, in tema di  “Responsabilità Sociale di Impresa: Persone, Mercati e Territorio”. Il Consorzio CantierAperto è l’ente capofila e coordinatore del progetto.  Al consorzio aderiscono cinque  cooperative sociali di tipo B – Cauto Cantiere Autolimitazione, Cantiere Verde, Cantiere di Valle, Cantiere del Sole e Medicus Mundi Attrezzature. Aderiscono come partners di progetto le cooperative sociali La Bottega Informatica,  Aesse Ambiente Solidarietà, Ecopolis.

 

PANTA REI è infatti anche il nome del polo artigianale ed industriale che riunisce le realtà cooperative partners e che ha sede  nell’area limitrofa al capolinea del nuovo metrobus di Brescia.Proprio la recente inaugurazione del metrobus, ha stimolato nei mesi precedenti una riflessione, in collaborazione con il Comune di Brescia, sulla mobilità di tutti i lavoratori che afferiscono in particolare  a questa zona ma che pone l’accento sul tema più ampio della mobilità sostenibile.

In particolare, l’Assessorato alla Mobilità e Traffico ha creduto fortemente al cambiamento culturale e ai processi educativi e informativi insiti in ciascuna delle azioni previste dal progetto, partecipando al sostegno finanziario e alla sinergia in tema di comunicazione  e diffusione delle informazioni. Obiettivo primario del progetto è quello di rendere consapevoli i circa 700 lavoratori, che percepiscono e subiscono le difficoltà ed i disagi legati al traffico ed all’inquinamento ambientale ma ritengono di non poter modificare la situazione, attraverso la proposta concreta di azioni e comportamenti individuali che possono avere ricadute sul benessere collettivo e sull’ambiente.

Le azioni principali del progetto comprendono attività di formazione e sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile per i dipendenti delle cooperative ed aziende coinvolte, la somministrazione e rielaborazione di questionari per la definizione di piani di mobilità,il monitoraggio del progetto per verificarne la ricaduta in termini di cambiamento dei comportamenti quotidiani.

In particolare la prima azione incentrata sulla formazione ha una portata più vasta e offre l’opportunità a tutte le aziende del territorio bresciano, in particolare alle medie e grandi aziende, di beneficiare gratuitamente di un corso di formazione per futuri Mobility Manager. Tale figura innovativa può rappresentare oggi un vantaggio competitivo per aziende che desiderano investire, a costo zero, in politiche di CSR, attraverso scelte aziendali ecologiche, in grado di favorire soluzioni di trasporto alternativo a ridotto impatto ambientale.

Il corso  verrà ospitato presso la sede del Comune di Brescia, via Marconi 12, Sala appalti (piano terra, edificio area centro storico/servizi tecnici). Il corso avrà inizio in data 3 aprile, dalle ore 9. Gli argomenti trattati dai docenti esperti, per quattro mercoledì fino al 15 maggio, forniranno una preparazione specialistica e gli strumenti per attuare stili di consumo e di spostamento per uno sviluppo di qualità.

Il progetto prevede inoltre l’istituzione di un Mobility Office intraziendale e di un tutor per tutta la durata del progetto. Le iscrizioni che potranno pervenire contattando il Mobility Office via mail (mobilityoffice@cauto.it) saranno aperte fino al 1 APRILE 2013, per favorire il più possibile la partecipazione. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY