Metro, scontro tra Loggia e Broletto su tariffe e integrazioni delle linee

0
Bsnews whatsapp

Loggia e Broletto si scontrano sull’integrazione delle linee con la nuova metropolitana e sulle tariffe. L’assessore provinciale Corrado Ghirardelli è chiaro su questo punto: i costi della metro non vanno scaricati su chi usa le corriere blu.  La Corte dei Conti ha dato il via libera alla costituzione dell’agenzia che metterà a punto la rete del trasporto pubblico provinciale, e fare il bando di gara per la gestione. L’agenzia, come scrive il Corriere, sarà composta da Loggia e Broletto, entrambi al 45%, e dalla Regione, al 10. Ci vorranno mesi per dar vita al progetto, ma intanto partono le prime polemiche. "Fermare le corriere blu ai capolinea del metrò? Sono scettico" ha spiegato Ghirardelli  che punta alla creazione di un disegno complessivo e non a misure temporanee. A oggi gli studenti che arrivano dalla provincia devono sottoscrivere un "abbonamento integrato" con un sovrapprezzo di 6 euro per poter usare il trasporto urbano, anche se poi effettivamente non lo usano. La Loggia vorrebbe, integrando la metro, che si arrivasse alla cifra di 8.50 euro. Ma il Broletto ribatte, sostenendo che si penalizzano quelli che vengono da fuori, mentre i cittadini non hanno subito rincari.  Il punto è che senza quel sovraprezzo gli studenti non potrebbero usare la metro. Ghirardelli, scrive il quotidiano, ha chiesto che gli abbonamenti integrati valgano anche sulla metropolitana, vista anche l’abolizione della linea 1 (dal 3 aprile) che costringerà molti a usare la metro.  Discorso analogo per i lavoratori, il cui rincaro arriverebbe a 150 euro annuali.  Ghirardelli propone quindi una tariffa unica per consentire a tutti di avere un abbonamento valido su qualunque mezzo.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Come sempre le grandi opere creano affanni e confusione nella prima fase di esercizio. Con buona volontà ed intelligenza si arriverà a efficace ed integrata gestione del trasporto pubblico Bresciano, ora che si è dotato di embrionale ma interessante struttura metropolitana.
    Cert o i residenti in Città si sono sopportati dieci anni di lavori ed un mutuo non indifferente. Chi viene da fuori città potrebbe riconoscere almeno questo.
    Non i faccia come politici nostrani che non pensano alla crescita ma ad attribuirsi le medaglie.
    si trovi con intelligenza e razionalità giusta misura.Come sempre le grandi opere creano affanni e confusione nella prima fase di esercizio. Con buona volontà ed intelligenza si arriverà a efficace ed integrata gestione del trasporto pubblico Bresciano, ora che si è dotato di embrionale ma interessante struttura metropolitana.
    Cert o i residenti in Città si sono sopportati dieci anni di lavori ed un mutuo non indifferente. Chi viene da fuori città potrebbe riconoscere almeno questo.
    Non i faccia come politici nostrani che non pensano alla crescita ma ad attribuirsi le medaglie.
    si trovi con intelligenza e razionalità giusta misura.

RISPONDI