Amianto smaltito lungo il tracciato Bre-Be-Mi, decine di sacconi ritrovati nella campagna di Rovato

0

(a.c.) La notizia risale a venerdì, ma solo ieri è emersa in tutta la sua gravità. Durante i lavori per la realizzazione dell’autostrada direttissima Brescia-Bergamo-Milano nei cantieri della Bargnana di Rovato, al confine con Castrezzato, Travagliato e Trenzano, gli operai hanno trovato una grossa quantità di amianto, depositato abusivamente.

Il pericoloso materiale è stato correttamente avvolto negli appositi sacchi che riportano il contenuto, ed è pronto per il conferimento in una discarica speciale. L’amianto è stato abbandonato nella campagna per risparmiare sugli ingenti costi di trattamento in cantiere e di conferimento, in spegio al rischio per la popolazione e per gli stessi operai che l’hanno trattato.

Il presidente del consorzio Bre-Be-Mi, Francesco Bettoni, sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane: «I sacchi fotografati nel nostro cantiere sono una delle tante sgradite sorprese emerse dal terreno con l’avanzare di Brebemi: è una delle tante discariche abusive, da noi sempre segnalate agli enti preposti a partire dall’Arpa, portate alla luce dagli scavi. Scoperta e smaltimento sono un beneficio di Brebemi al territorio che andrebbe tenuto nella giusta considerazione per la sua importanza. Dopo averli scoperti come sempre abbiamo provveduto a risolvere il problema nel pieno rispetto della normativa: è stata subito fatta la caratterizzazione di quanto era stato trovato avviando la corretta procedura per lo smaltimento, a partire dall’insaccamento e dal recupero con personale specializzato. Abbiamo eliminato il pericolo per il cantiere e per chi abita in zona anche se inevitabilmente il costo della bonifica ricadrà sull’opera».

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY