Eugenio Levi, le “27 Biciclette” del pittore bresciano in mostra a Desenzano

0

Il Comitato “Desenzano AgriCultura Festival” in collaborazione con il Comune di Desenzano, ha annunciato la realizzazione della mostra “27 biciclette”, una splendida raccolta di disegni, stampe, dipinti su tela e su tavola aventi come soggetto la bicicletta e realizzati da Eugenio Levi tra il 1980 e il 1995. La mostra aprirà in anteprima il “Festival dell’AgriCultura” che si svolgerà nella città di Desenzano dal 26 al 28 aprile 2013, con il contributo e la partecipazione del Comune di Desenzano della Camera di Commercio, della Provincia di Brescia e di moltissime realtà operative nell’ambito dell’agricoltura e dello sviluppo sostenibile. Il Festival, evento culturale nella più ampia accezione del termine, coniugherà tradizione, società urbana e società rurale, in una tre giorni dedicata allo sviluppo sostenibile e alla valorizzazione della cultura agricola. Eugenio Levi, con il suo amore per la natura e per le biciclette (ne è la dimostrazione l’ampia produzione sul tema), risulta essere pienamente in sintonia con questo spirito di ricerca di un maggior equilibrio fra produzione e ambiente, fra sviluppo e benessere, fra natura e uomo. La mostra si comporrà di venti studi, ovvero disegni su carta, a biro o matita, di piccola e media dimensione: opere preparatorie in funzione di realizzazioni maggiori. Estremamente interessanti per la loro qualità grafica e per la comprensione del processo creativo nel suo insieme. Non mancheranno opere su tela o su tavola di grandi dimensioni, ben 20, provenienti da collezioni private: enormi biciclette legate a ganci sul soffitto o circondate da oche e galline, sotto i portici della stazione o legate a un lampione la sera. Fra i pezzi più noti e conosciuti, “il bandito e il campione” con i tre bozzetti preparatori. L’ opera, delle dimensioni di cm 145×300, è ispirata all’omonima canzone di Francesco De Gregori, e fu inserita nella mostra “La pittura è musica, la musica è pittura” interamente dedicata al cantautore e presentata nel luglio del 1995, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, a Palazzo delle Esposizioni. In mostra sarà presente anche la bicicletta verde originale riprodotta nel dipinto. Un altro elemento interessante sarà il frammento dell’opera “Un discorso quasi interrotto”, delle dimensioni di 50×300 cm (l’opera completa è cm 50×1800); un rotolo di carta spolvero con dipinti e disegni ispirati sempre dalle canzoni di Francesco De Gregori e da riflessioni sugli avvenimenti sociali del nostro tempo. La mostra è completata da due stampe, una a colori e una in scala di grigio, in tiratura limitata: ne sono stati prodotti 10 esemplari, cinque dei quali verranno messi in vendita in occasione della mostra. La mostra inaugurerà sabato 13 aprile alle 18 alla Galleria Civica “Gian Battista Bosio” di piazza Malvezzi a Desenzano, con la presenza e il contributo dell’amica Carla Boroni (attuale Presidente del Centro Teatrale Bresciano).

Al termine un brindisi con i prodotti del territorio e le note offerte dai talentuosi allievi della Scuola di Musica del Garda. La mostra resterà aperta fino a domenica 28 aprile con i seguenti orari: martedì 10.30-12.30 – venerdì 16.00-19.00 sabato e festivi 10.30-12.30 e 16.00-19.00. Ingresso libero.

Comments

comments

LEAVE A REPLY