Maione (Pdl): per Palazzo Loggia correrò al fianco di Margherita Peroni

6
Giorgio Maione, Forza Italia
Giorgio Maione, Forza Italia
Bsnews whatsapp

di Elisabetta Bentivoglio – Secondo appuntamento con le interviste di fine mandato di Bsnews.it agli assessori della giunta Paroli. Quest’oggi a fare il bilancio dell’attività svolta in questi ultimi cinque anni di governo in Loggia è l’assessore ai Servizi Sociali e alla Famiglia Giorgio Maione.

Se dovesse citare tre azioni realizzate durante il suo mandato di cui va particolarmente fiero, quali sceglierebbe?

“Il mio è un bilancio assolutamente positivo se si considerano i 5 milioni annui in meno con cui il mio assessorato ha dovuto fare i conti in seguito all’introduzione della spending review. Ciò di cui vado maggiormente fiero è essere riuscito ad annullare le liste d’attesa negli asili nido comunali, ma anche aver mantenuto la gratuità della retta per le famiglie numerose e aver potenziato i servizi dedicati alla prima infanzia con la realizzazione di tre spazi gioco. A ciò potrei aggiungere anche l’introduzione del quoziente famigliare, il mantenimento di sette case famiglie per anziani, l’incremento dei mini alloggi e i bonus anziani per coloro che si trovano in difficoltà (questi ultimi finanziati con 8,4 milioni di euro)”.

E il più grande rammarico, invece, qual è?

“Pur non avendo responsabilità al riguardo, mi dispiace non vedere realizzata la struttura residenziale “Arvedi” destinata ai disabili. Ad oggi è ancora in corso la procedura di cessione dell’immobile che ha richiesto più tempo del preventivato. L’obbiettivo è stato mancato di un soffio, ma mi auguro che sia il primo centrato del prossimo mandato”.

I cinque anni del mandato comunale stanno per scadere: si ricandida, e se no, che futuro immagina per sé?

“Mi ricandido e mi auguro che i cittadini mi sostengano come hanno fatto cinque anni fa. Correrò al fianco di Margherita Peroni (già assessore regionale del Pdl nell’ultima giunta Formigoni, ndr) per sostenere la ricandidatura del sindaco Adriano Paroli, ma non sarò certo l’unico. Più che un “gioco delle coppie”, come lo ha chiamato qualcuno, io e Margherita siamo una “coppia aperta” per la riconferma del centrodestra alla guida della Loggia”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

6 COMMENTI

  1. Maione e la Peroni sono di fatto una coppia, elettorale ovviamente. Mi piacerebbe a questo punto, nella sofisticazione del voto di questa tornata, vedere una coppia di fatto che si candida di fatto come coppia. Della serie: complicazioni all’italiana.

  2. Immagino che questo Maione non sia quello che ha utilizzato allegramente le carte di credito comunali, censurato dalal corte dei Conti. Immagino che quel Maione abbia avuto il buon gusto di non ripresentarsi.

  3. Mi sembra che Maione e Peroni siano le persone giuste per dare importanza ai temi dei servizi sociali, bene ha fatto il PDL a metterli prima e secondo. Sulle carte di credito la giunta e’ stata completamente prosciolta….. Sinistri fate politica sul merito non con la ingiuria e la maldicenza…….

RISPONDI