Loggia, ultimo consiglio prima delle elezioni. Tanti gli addii

0
Bsnews whatsapp

Si è aperto con un commosso ricordo di Mariateresa Bonafini (Pd) e dell’ex deputato (oltre che ex assessore di Palazzo Loggia) Gianni Gei, scomparsi nei giorni scorsi, il consiglio comunale di Brescia, convocato per l’ultima volta in questa legislatura. A seguire la solidarietà espressa dalla presidente del Consiglio Simona Bordonali a don Fabio Corazzina per l’intimidazione ricevuta (alcune svastiche sono state disegnate sulla sua auto) e il richiamo del capogruppo Pdl Roberto Toffoli al tragico episodio avvenuto ieri mattina a Roma, davanti al Parlamento. La seduta è continuata con la discussione del rendiconto 2012.

“Verso maggio il consiglio ha dovuto prendere atto di una situazione – non prevedibile – di squilibrio contabile di 44 milioni di euro” ha detto l’assessore al Bilancio Silvano Pedretti, ripercorrendo i suoi mesi di lavoro (Pedretti ha raccolto il testimone in corsa da Fausto Di Mezza, entrato nel consiglio di A2A). Poi è intervenuto il sindaco Adriano Paroli, che ha ricordato l’impegno per far partire la metro e il fatto che la Loggia negli ultimi cinque anni ha sempre rispettato il patto di stabilità. Dura la replica di Fabio Capra (Pd), che ha invece parlato di “disastro combinato”, sottolineando in particolare “le tante promesse non mantenute dal sindaco”.

Ma quella di oggi è stata anche la giornata degli addii politici. Da segnalare in particolare il commosso saluto del consigliere Pd Claudio Bragaglio (che negli interventi ha raccolto un coro di stima, in particolare da parte degli avversari) e del compagno di partito Luigi Gaffurini (entrambi ex assessori della giunta Corsini). Oltre a quello dell’assessore alla Cultura Andrea Arcai (“il mio è soltanto un anno sabbatico”). In totale i consiglieri uscenti non ricandidati sono 16 su 40. Mentre della giunta si ripresenteranno alle urne sei su undici (sindaco compreso). 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI