Buonissimo e LABA di nuovo insieme per dare visibilità al Centro Storico di Brescia

0
Bsnews whatsapp

Fotografare Corso Mameli, delle istantanee per spingere abitanti, negozianti e passanti a riflettere su una delle vie che sta cambiando più velocemente nel centro storico di Brescia. È questo il progetto  di alcuni studenti della LABA ( Libera Accademia delle Belle Arti di Brescia ) che prende il via in questi giorni e porterà alla realizzazione di una mostra diffusa all’interno dei negozi di Corso Mameli. Dai negozi storici aperti da generazioni alle nuove attività, spesso specchio di un tessuto sociale che si va modificando.

 

Il progetto si inserisce nell’ambito del corso  del biennio specialistico di Fotografia della LABA, seguito dalla professoressa Giovanna Magri. L’obiettivo è quello di dare visibilità a una zona di Brescia molto complessa, cercando di superare i pregiudizi e le differenze sociali, dando un volto alle persone e una forma al loro lavoro. Lo strumento utilizzato è, proprio per questo, la fotografia di reportage. I giovani  studenti coinvolti sono Filippo Fumoso, Nicholas Sudati e Andrea Sandri.

 A partire dal 7 maggio Corso Mameli si è trasformato quindi in un set fotografico. In occasione dell’apertura della mostra, prevista per metà giugno, sarà realizzato un giornale dedicato alla via con interviste ai negozianti, interventi e riflessioni di carattere sociale, economico e storico sulla via e su ciò che simboleggia per una Brescia sempre più multietnica.

All’evento di inaugurazione, che si terrà nel Caffè Letterario di Buonissimo, si accompagneranno visite guidate agli edifici storici della via organizzate dall’Associazione Arnaldo da Brescia, per riscoprire la Pallata ma non solo: la Casa dei Mercanti,  la Fontana di San Giovanni, e altri monumenti poco conosciuti.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI